Pazzini a Verona: la provincia per rilanciarsi

Pazzini a Verona: la provincia per rilanciarsi

Il colpo della settimana / Nuova avventura per il centravanti che ha già colpito il Torino per due volte negli ultimi 3 campionati

Commenta per primo!

Nella settimana in cui il Torino ha accolto a bracca aperte la coppia Baselli-Zappacosta, rinforzando decisamente la rosa per la prossima stagione, c’è stato un altro grande colpo, forse passato un po’ in sordina ma che potrebbe rivelarsi davvero azzeccato: Giampaolo Pazzini, da svincolato, ha deciso di legare i suoi destini futuri a quelli del Verona e di firmare con l’Hellas.

INDIGESTO AL TORINO – Un colpo davvero importante per una società come quella scaligera che, non dimentichiamolo, nel campionato 2013/14 si trovò per un certo periodo anche a battagliare insieme al Torino e al Parma per la qualificazione all’Europa League. Un buon affare anche economicamente visto che da pagare per i veronesi c’è solo l’ingaggio: 1 milione all’anno per 5 anni. Sbarca così all’ombra dell’Arena un giocatore che da quando il Toro è tornato in Serie A è sempre risultato indigesto ai colori granata: tre partite da titolare e 2 gol realizzati, e tutte e due le volte che ha segnato il Toro ha poi perso la partita, l’ultima volta è stata la penultima giornata dello scorso campionato.

Pazzini (fonte: todaysport.it)

COPPIA GOL – Con la coppia Toni-Pazzini, sia che i due riescano a coesistere in campo insieme, (impresa fallita anni fa quanto entrambi vestivano la maglia della Fiorentina) sia con uno dei due come alternativa dell’altro, l’attacco del Verona diventa un possibile spauracchio per tutte le avversarie, granata inclusi. Si tratta infatti di due giocatori di grandissima esperienza in grado di risolvere un match con un tocco malandrino in area in qualsiasi momento, contro i quali anche difensori esperti come quelli granata non potrebbero dormire sonni troppo tranquilli. Quella del ‘Pazzo’ è stata un decisione coraggiosa ma evidentemente ben ponderata visto che il contratto di 5 anni presuppone la presenza di  un progetto importante e a lungo termine. Ha rifiutato l’offerta del Galatasaray, per quello che sarebbe potuto sembrare un esilio dorato, e ha scelto di rimettersi in gioco dalla provincia: chepau.

Pazzini al Verona (fonte:verona.iamcalcio.it)

FIUTO DEL GOL – Dopo 5 anni passati a Milano (2 con l’Inter e 3 con il Milan) e dopo le difficoltà patite soprattutto nell’ultima annata durante la quale ha visto il campo con il contagocce, entrando quasi sempre quando la partita stava volgendo al termine, la voglia di tornare protagonista non manca. D’altronde che il suo fiuto da bomber ancora non è svanito, e lo dimostra un dato: nelle ultime tre partite dello scorso campionato nelle quali ha giocato da titolare (contro Udinese, Torino e Atalanta) ha sempre segnato. Il resto della Serie A è avvisata, e il Toro può già pensare a qualche contromisura per lo scontro diretto: il ‘Pazzo’ è pronto a colpire.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy