Retroscena Ventura-Cairo: incontro di saluti prima delle ferie, Petrachi già al lavoro

Retroscena Ventura-Cairo: incontro di saluti prima delle ferie, Petrachi già al lavoro

Calciomercato / Colazione prima delle vacanze, tra tecnico e allenatore

Questa mattina c’è stato l’atteso incontro tra Ventura e Cairo, un colloquio già annunciato domenica scorsa dall’allenatore in persona ai giornalisti presenti, nel post partita di Torino-Cesena. Un modo per salutarsi e dirsi arrivederci a dopo le vacanze, quando il Torino si radunerà per tornare al lavoro in vista della prossima stagione. 

Durante il colloquio, ovviamente, non è mancato qualche riferimento al mercato: da Darmian a Glik, passando per El Kaddouri, Bruno Peres, Benassi e Maksimovic. Senza dimenticare i colpi in entrata. Ma certamente questa colazione di lavoro, vis-à-vis, non può essere davvero considerata come il piano risolutore delle trattative granata. 

É stato l’ennesimo momento per gettare le basi sulla stagione che verrà, considerando i pareri e le sensazioni dell’area tecnica: ecco la corretta definizione. Ed il motivo è molto semplice, per poter parlare di un vero e proprio summit di mercato, sarebbe stata necessaria la presenza di una figura chiave come il direttore sportivo Gianluca Petrachi.

L’uomo-mercato granata non ha partecipato all’incontro, proprio perché questo era un semplice rendez-vous prima della partenza delle vacanze dell’allenatore granata. Nel frattempo il direttore sportivo ha iniziato a tessere le trame per arrivare ai giocatori già messi da tempo sulla lista dei possibili acquisti. Dapprima tentando di avvicinare i nerazzurri e con l’obiettivo di discutere con loro della comproprietà di Benassi. Un contatto telefonico verso l’ora di pranzo tra il diesse granata e il pari ruolo Ausilo, volto a capire quelle che siano le reali intenzioni del club di Thoir. Discorso per certi versi simile, per El Kaddouri (principalmente) e Duvan Zapata, laddove però a Napoli c’è ancora grande attesa per la nomina del nuovo allenatore e del direttore sportivo che sostituirà il dimissionario Bigon.

Nessuna novità, invece, sul fronte Ekdal: lo svedese resta in cima alla lista dei desideri del Torino che però ad oggi fatica a trovare il dovuto riscontro dal neo arrivato in terra sarda Stefano Capozucca. Per il resto, tanto lavoro preliminare, ma nessun approccio concreto (attenzione però, perché il calciomercato sta per entrare nel vivo e più si andrà avanti, più ogni momento della giornata potrà essere buono per chiudere qualche colpo). Petrachi per ora si è limitato a tastare il terreno, in vista del prossimo – vero e proprio – lavoro mercatale. Che lo vedrà presente e certamente protagonista.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy