Ritorni e novità: De Ascentis e Abbiati?

Ritorni e novità: De Ascentis e Abbiati?

Cairo e Tosi la prima mossa che hanno fatto è stata quella di dare fiducia alla squadra che ha conquistato la A dopo una lunga e fantastica cavalcata in serie B. Come promesso mesi fa sono stati confermati Rosina, Abbruscato, Stellone e Lazetic, quattro giocatori già pronti, tecnicamente parlando, ad affrontare le insidie della massima serie. Nei giorni scorsi anche Brevi, Martinelli e Orfei hanno rinnovato, ma non…

di Redazione Toro News

Cairo e Tosi la prima mossa che hanno fatto è stata quella di dare fiducia alla squadra che ha conquistato la A dopo una lunga e fantastica cavalcata in serie B. Come promesso mesi fa sono stati confermati Rosina, Abbruscato, Stellone e Lazetic, quattro giocatori già pronti, tecnicamente parlando, ad affrontare le insidie della massima serie. Nei giorni scorsi anche Brevi, Martinelli e Orfei hanno rinnovato, ma non è escluso che possano servire come eventuali scambi per altri giocatori in entrata. Dei prestiti ancora non si sa nulla per cui non è certo che Fantini, Longo, Taibi e Nicola continuino a vestire la maglia granata. Questa settimana si apre il calciomercato a Milano e si attendono così le prime trattative. Non aspettiamoci colpi a sorpresa roboanti, Cairo non ha fretta di chiudere, anche se Tosi ha affermato che alla partenza del ritiro, previsto per il 19 luglio, qualche volto nuovo ci sarà. Ma le novità forse più interessanti potrebbero arrivare ad agosto, quando si avranno delle certezze in più in base a chi sarà iscritto in A e chi retrocesso tra i club colpiti dalle inchieste di calciopoli. Bisogna comunque avere fiducia, agli inizi di gennaio sembrava tutto fermo, poi sono arrivati sei giocatori in pochissimo tempo, per non dimenticare Muzzi, acquistato la sera prima della partita contro l’Albinoleffe.

I nomi più gettonati delle ultime ore sono quelli di De Ascentis e Abbiati. Il primo non è un nome nuovo essendo stato il capitano del fu Torino Calcio 1906, che non ha rinnovato con il Livorno dunque è al momento senza contratto. I contatti con l’ex rossonero sono già stati avviati prima delle finali playoff, era presente in tribuna contro la Cremonese, per cui dovrebbero essere a buon punto, salvo considerare i dubbi sulla reale necessità di inserire nella futura manovra granata un giocatore arcigno, ma privo di quegli attributi necessari ad affrontate partite di alto livello. Abbiati e in seconda battuta Coppola sono i due nomi indiziati a difendere la porta granata. Taibi, che sembrava intoccabile, alla fine non ha la certezza di godersi la A, com’era suo desiderio e come meriterebbe perché è stato determinante in parecchie occasioni. Abbiati dal canto suo vuole garanzie di essere titolare fisso.

Capitolo Recoba: non dovrebbe rimanere solo più un sogno, ma una realtà, sembrano in effetti esserci i presupposti perché approdi alla corte di Cairo, come da tempo ha fatto capire lo stesso presidente granata, in ottimi rapporti con le due società milanesi. Moratti proprio la scorsa settimana ha lasciato intendere che per il Chino non c’è più futuro all’Inter, due indizi fanno già una prova. Per la difesa potrebbe ancora spuntare il nome di Lorenzo Stovini, dall’ingaggio un po’ esoso, ma a fine contratto con il Lecce. Senza tralasciare che potrebbe arrivare qualche rapporto interessante su alcuni giocatori impegnati ai Mondiali, qualche nome interessante non di prima fascia, dunque abbordabile, sarà già sul taccuino di Tosi. Giorni fa si era parlato di Milevskiy dell’Ucraina, senza escludere Asamoah, che il neo direttore generale granata conosce molto bene.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy