Torino, altro contatto con l’Atalanta per Zappacosta. E su Baselli…

Torino, altro contatto con l’Atalanta per Zappacosta. E su Baselli…

Calciomercato / Aspettando la cessione di Darmian al Manchester United, Petrachi lavora su più fronti cercando di superare più ostacoli

Quando le uscite decidono le entrate. Per una società come il Torino, infatti, non può che funzionare così, e anche in questa sessione eventuali uscite eccellenti influenzeranno eventuali acquisti. Ma andiamo con ordine, cominciando proprio da chi ha le valigie in mano.

DARMIAN – Mancano solo le firme e poi sarà fatta: il terzino granata si prepara ad approdare al Manchester United, che in queste ore sembra aver trovato l’accordo con il Torino sulla base di 17 milioni + 3 o 4 di bonus. Un addio doloroso ma dovuto quello di Darmian, che punta a giocare in una grandissima come il Manchester e che di riflesso permette ai granata di fare una plusvalenza mica male.

ZAPPACOSTA E SALA – La cessione di Darmian libererebbe un posto sull’out, che Petrachi vuole riempire al più presto. I nomi più caldi sono quelli di Zappacosta e Jacopo Sala. Per il primo il discorso è complicato, con le due parti che hanno avuto un colloquio ieri a pranzo e anche oggi si sono incontrati per parlare anche di Baselli: la richiesta dell’Atalanta per l’esterno è di circa 7 milioni,tanti, bisognerà vedere se troppi. Più facile, invece, arrivare a Jacopo Sala, che sarebbe un acquisto forse meno altisonante, ma leggermente più conveniente dal punto di vista economico, e Torino e Verona – in questo – sono di poco più avanti nella trattativa. Se poi, oltre Darmian, dovesse paritre anche Bruno Peres (su di lui sempre forte la Roma) allora la dirigenza granata potrebbe pensare al doppio colpo sugli esterni, ma per ora questa è un’ipotesi abbastanza lontana.

BASELLI E CIGARINI – Per la mediana, come già accennato, continua il pressing granata su Baselli. I due Ds di Torino e Atalanta Petrachi e Sartori si sono incontrati per parlare approfonditamente di Zappacosta, ma anche del giovanissimo mediano nerazzurro, che piace e non poco al tecnico Ventura. Anche qui,  come per Zappacosta, l’ostacolo maggiore è rappresentato dall’Atalanta, che chiede 7 milioni, mentre con il giocatore – che gradirebbe la piazza granata -ci sarebbe già l’accordo per un contratto quadriennale.Sullo sfondo, comunque, rimane sempre in piedi – anche se leggermente stemperata dalle parole di qualche giorno fa del Ds atalantino Sartori – la pista Cigarini: l’esperto regista, blindato a parole dalla dirigenza nerazzura, è il secondo obbiettivo dietro a Baselli, e sicuramente da un punto di vista economico, anche il più conveniente, ma bisognerà andare avanti per capire la vera percorribilità dell’affare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy