Torino: Chievo e Livorno chiedono informazioni su Barreca. E il club pensa al prolungamento

Torino: Chievo e Livorno chiedono informazioni su Barreca. E il club pensa al prolungamento

Calciomercato / Il laterale classe ’95 è uno dei giovani più ambiti. Ma l’entourage e il giocatore voglio prima parlare con la dirigenza granata

Il Torino lavora sul mercato, tenendo ben presente che entro la fine del mese dovrà per forza definire gli affari interni legati ad El Kaddouri, Benassi e Verdi. Nel frattempo Petrachi porta avanti diversi discorsi già avviati in precedenza, senza dimenticare i giovani in prestito, in attesa di una nuova destinazione. Tra questi c’è anche il giovane terzino Antonio Barreca: classe ’95, reduce da un’ottima annata a Cittadella

L’ex laterale della Primavera ha accumulato ben 38 presenze in campionato ed una in Coppa Italia. Per un bottino personale di tutto rispetto, fatto di un gol e addirittura 8 assist. L’impatto mostrato da Barreca al suo prima anno tra i professionisti ha fatti sì che diverse squadre si avvicinassero a lui, chiedendo informazioni in vista della prossima stagione. Gli estimatori in serie B non sono pochi, ci sono però anche alcuni club della massima serie che si sono detti pronti ad accogliere il difensore nella propria rosa. Carpi e Frosinone ci hanno fatto un pensiero – più per l’aspetto economico che tecnico – mentre il Livorno e il Chievo sono di fatto uscite allo scoperto, sondando il terreno con il club e l’agente del giocatore. Il cui contratto scadrà nel 2016 e non è un caso che i granata siano pronti a valutare con lui il percorso futuro (come detto sempre in prestito) nonché il rinnovo contrattuale.

Petrachi sembra intenzionato a girare solamente in prestito secco il ragazzo, in una squadra che però possa davvero garantirgli un minutaggio soddisfacente. Questo per favorire quanto più possibile la crescita del giocare, nella speranza che già dal prossimo anno sia davvero pronto a dare il proprio contributo alla causa granata. Non c’è fretta, dunque, per ora il futuro del giocatore rimane in stand-by e a breve ci sarà un colloquio tra la dirigenza di via Arcivescovado, il procuratore e possibilmente il giocatore stesso. Un incontro vis-à-vis volto proprio ad impostare di comune accordo la prossima stagione. Con il terzino protagonista e voglioso di tornare in granata più forte di prima.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy