Torino: il Porto tenta Bruno Peres con un quinquennale faraonico

Torino: il Porto tenta Bruno Peres con un quinquennale faraonico

Calciomercato / Stipendio da 2.5 milioni netti a stagione. Ma ai granata nessuna proposta concreta

Mentre Petrachi lavora in silenzio per consegnare un attaccante a Ventura e chiudere di fatto – ma non di norma – il mercato in entrata, diverse compagini continuano a forzare la mano con i gioiellini di marca granata.

Era successo nei mesi scorsi con Glik e Maksimovic – per il serbo i vari assalti sembrano essersi placati, così come per il capitano – ed il copione pare ripetersi con il brasiliano Bruno Peres. E mentre la Roma in questo momento sembra aver le mani legate a causa della zavorra rappresentata da Ashley Cole, il Porto continua a mandare messaggi tutt’altro che indiretti all’ex Santos.

I portoghesi, a differenza dei giallorossi, non hanno alcun problema di bilancio, anzi. Il club del presidente Pinto da Costa può permettersi di avanzare offerte faraoniche, forte delle plusvalenze continue messe a segno negli anni. Contratti da Re, come quello proposto nella serata di ieri all’entourage di Bruno Peres: progetto di 5 anni, con stipendio annuale vicino al 2.5 milioni di euro, bonus compresi.

L’obiettivo è abbastanza chiaro e solare: avere in pugno la volontà del giocatore, sperando così di forzare la mano con il club di via Arcivescovado. Di offerte concrete, per il momento neanche l’ombra. Il Toro continua serenamente la propria preparazione in Valtellina, senza lasciarsi distrarre dagli interventi esterni. Questi, spesso a gamba tesa.

E se la Roma deve prima concentrarsi su altri aspetti interni, i portoghesi alzano il tiro e aumentano il pressing. Mentre Petrachi continua a lavorare in silenzio per consegnare un attaccante a Ventura, mentre il Toro continua a preparare la nuova stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy