Torino, occhio alla Champions!

Torino, occhio alla Champions!

di Valentino Della Casa – Incredibile ma vero: anche il Torino guarda alla Champion’s, in ottica mercato. Già, perchè l’interesse per Surraco (sempre seconda scelta, però, rispetto al barese Alvarez) è reale, ma potrebbe clamorosamente scemare dopo la partita di questa sera tra Arsenal e Udinese, nel turno preliminare della prestigiosa competizione europea.

Anche l’ex Ancona e Livorno è…

di Valentino Della Casa – Incredibile ma vero: anche il Torino guarda alla Champion’s, in ottica mercato. Già, perchè l’interesse per Surraco (sempre seconda scelta, però, rispetto al barese Alvarez) è reale, ma potrebbe clamorosamente scemare dopo la partita di questa sera tra Arsenal e Udinese, nel turno preliminare della prestigiosa competizione europea.

Anche l’ex Ancona e Livorno è stato convocato da mister Guidolin nella trasferta londinese, e potrebbe addirittura finire in panchina, segno di una fiducia nei confronti dell’esterno che cresce di giorno in giorno. Dopo aver recuperato dal brutto infortunio al ginocchio che lo ha bloccato per tutta la seconda parte di questa stagione, infatti, Surraco ha dimostrato in allenamento tutte le sue doti, bloccando ogni discorso di mercato da parte dell’Udinese con il defilato Torino e soprattutto il Livorno, con Novellino pronto a riaccogliere un giocatore che giudica utilissimo per il suo 4-4-2.

Rapido, tecnico e con una buona propensione al goal, il 23enne Surraco sembra avere già tutte le credenziali per giocare in Serie A, e di questo Guidolin, che ha sempre avuto grandi intuizioni sui giovani calciatori, se ne è accorto. Ma se l’Udinese oggi dovesse uscire dalla competizione europea, allora il discorso cambierebbe: Surraco rischierebbe di avere troppo poco spazio (in bianconero non è un titolare, ma in caso di turn over sarebbe in cima alla lista dei “ricambi”), aprendo quindi alle due ambiziose concorrenti nella serie cadetta. Sperare che l’Udinese vinca o perda in Champion’s? Ecco il dilemma che egoisticamente si può consumare in casa granata e amaranto. Basteranno meno di 12 ore, per avere una risposta quasi definitiva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy