Toro-Gazzi, futuro ancora da scrivere

Toro-Gazzi, futuro ancora da scrivere

Sistemato il terzino sinistro con l’arrivo di Dossena, per il diesse Petrachi è arrivato il momento di guardare al mercato in uscita. Tra i possibili partenti spicca il nome di Alessandro Gazzi, centrocampista fortemente voluto dal tecnico Ventura

Sistemato il terzino sinistro con l’arrivo di Dossena, per il diesse Petrachi è arrivato il momento di guardare al mercato in uscita. Tra i possibili partenti spicca il nome di Alessandro Gazzi, centrocampista fortemente voluto dal tecnico Ventura durante la scorsa sessione di mercato – e durante quella precedente, quando però il giocatore preferì rimanere in serie A e andò a Siena – e uno dei migliori per rendimento tra i granata durante la passata stagione.

 

CONCORRENZA DIFFICILE – Sul banco degli imputati, ad avvalorare una sua possibile partenza, ci sarebbero la squalifica inflittagli per il calcio scommesse – i fatidici 3 mesi e 10 giorni che l’hanno tenuto lontano, al pari del compagno Barreto, da tutte le amichevoli estive – e il cambio di modulo che, prevedendo tre centrali, vorrebbe l’utilizzo di un terzetto di buona tecnica, da suddividersi in un regista, un incursore ed un interditore senza lasciar intravedere ampi spazi per un incontrista come l’ex Siena e Bari. A questo si aggiunge poi l’intero lavoro estivo svolto dalla squadra con Ventura che – con la complicità della squalifica di Gazzi – ha sempre provato le coppie BellomoVives per la cabina di regia, El KaddouriFarnerud e BrighiBasha per gli altri ruoli, lasciando il centrocampista sistematicamente ai margini di queste simulazioni.

 

PALERMO? FORSE A GENNAIO – Alla luce di queste motivazioni dall’entourage del giocatore sarebbero partiti alcuni timidi contatti con la società del capoluogo siciliano: l’amministratore delegato Perinetti fu uno dei principali artefici del suo trasferimento al Siena e il centrocampista gode della stima dell’allenatore Gattuso, che quando ancora calcava i campi da gioco gli era molto simile per caratteristiche. L’unico problema legato ad un possibile approdo di Gazzi a Palermo resta la composizione della squadra rosanero: per esigenze di registrazione della rosa imposte dal campionato di serie B la formazione di Gattuso dovrebbe prima liberare uno spazio tra gli over 23 per poter ingaggiare il centrocampista granata classe 1983 e con la fine del mercato alle porte il tutto potrebbe non avvenire nei tempi. Da queste considerazioni, quindi, si sta pensando di gettare le basi per un possibile trasferimento futuro del giocatore, durante la sessione invernale del mercato, quando su Gazzi non peserà più la spada di Damocle della squalifica e le gerarchie delle mediane di Ventura e di Gattuso definitivamente palesi.

 

 

Stefano Rosso

(foto Fornero)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy