Toro, il 3-4-3 darà problemi di esubero?

Toro, il 3-4-3 darà problemi di esubero?

Al di là della retorica del ‘’tutti sono utili’’ e delle frasi di circostanza tipo ‘’il campionato è lungo’’, con l’imminente…
Commenta per primo!
Al di là della retorica del ‘’tutti sono utili’’ e delle frasi di circostanza tipo ‘’il campionato è lungo’’, con l’imminente rientro di Gazzi diventa evidente che, nel centrocampo del Torino, c’è un problema di esubero, con qualcuno che diventa inevitabilmente di troppo.
 
GAZZI PUNTO FERMO- E’ molto difficile che l’ex mediano di Bari e Siena, fortemente voluto da Ventura, inseguito da Petrachi nella sessione di mercato di due estati fa e poi finalmente arrivato sotto la Mole, resti ai margini della squadra, considerando anche l’ultima ottima stagione in cui ha abbinato il solito dinamismo, la solita grinta e la solita capacità di recuperare palloni con una discreta qualità nell’impostazione del gioco.
Gazzi dunque, nonostante i punti interrogativi sulla sua condizione fisica e sulla sua abitudine alla partita (si è sempre allenato, ma le gare ufficiali sono un’altra cosa) si candida prepotentemente per una maglia da titolare.
 
E GLI ALTRI?- A questo punto gente come Bellomo, in campo solo contro il Verona, Alex Farnerud , nonostante la buona prova offerta contro la Primavera, e lo stesso Migjen Basha, ormai praticamente sempre chiuso da Brighi e dal ritrovato Vives, potrebbero cominciare a guardarsi intorno.
E non basta il cambio di modulo, con il passaggio dal 4-2-4 al 3-5-2 e la conseguente aggiunta di un mediano: lo spazio per tutti non c’è, almeno che qualcuno non voglia passare l’intera stagione in panchina o, peggio, in tribuna. E lo spazio potrebbe diminuire ancora nel momento in cui il tecnico decidesse di passare definitivamente al 3-4-3.
 
GLI ATTACCANTI- Lo stesso discorso, seppure in maniera minore, può essere fatto anche per l’attacco con il ritorno di Barreto, altro fedelissimo di Ventura.
Se Immobile e soprattutto Cerci sono certi di trovare spazio, qualche dubbio in più sorge su Larrondo e su Riccardo Meggiorini, che con sole due punte in campo e con il brasiliano di nuovo a pieno regime (con gli stessi interrogativi già espressi per Gazzi) rischiano seriamente di diventare dei desaparecidos.
Per avere tutte le risposte basterà aspettare il mercato di gennaio, da molti contestato ma ad ogni modo utile per cambiare in corsa e rilanciarsi.
 
Roberto Maccario
 
 
Foto Dreosti
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy