Torino: il mercato prosegue, tra riflessioni sull’attacco e uscite in prestito

Torino: il mercato prosegue, tra riflessioni sull’attacco e uscite in prestito

Calciomercato / Piacciono sempre Hernandez e Belotti, intanto oggi è arrivata l’ufficialità del prestito di Chiosa all’Avellino. E su Maksimovic e Muñoz…

Commenta per primo!

Continua a muoversi sul mercato il Torino di Cairo e Petrachi, e al momento l’obiettivo numero uno è quello di regalare a Giampiero Ventura un rinforzo per l’attacco, il reparto che sembra maggiormente bisognoso di innesti.

Due sono i nomi caldi che ballano in questi giorni: Andrea Belotti e Abel Hernandez.

BELOTTI – Il primo, reduce da un ottimo europeo di categoria con l’Under 21 di Luigi Di Biagio, ha un costo del cartellino che si aggira intorno ai 7 milioni di euro, cifra che i granata sperano di riuscire ad abbassare. L’attaccante classe 1993 piace molto al Torino, ma prima di cederlo i rosanero, poco propensi a fare sconti, aspettano di garantirsi un’alternativa all’altezza.

HERNANDEZ – E anche l’altro obiettivo dell’attacco granata è un ex rosanero, ovvero Abel Hernandez, uruguayano che quest’anno ha giocato con gli inglesi dell’Hull City. La società giallonera, proprietaria del cartellino di Hernandez, offre un prestito con diritto di riscatto fissato tra gli otto e i dieci milioni di euro, cifra che spaventa i granata ma su cui si può trattare. L’ostacolo maggiore in questa trattativa sta invece nel fatto che si tratta di un giocatore extracomunitario, per cui bisognerebbe liberare una casella in rosa. Per non parlare delle richieste economiche del giocatore, abbondantemente oltre le possibilità economiche del Torino

CHIOSA – Dopo le voci dei giorni scorsi oggi finalmente arrivata l’ufficialità: il giovane difensore granata Marco Chiosa giocherà anche nella prossima stagione ad Avellino, in serie B, per farsi ulteriormente le ossa in una realtà dove ha giocato fin qui benissimo. Il suo passaggio alla società biancoverde avviene in prestito con diritto di riscatto.

MAKSIMOVIC – Il difensore serbo classe 1991 è al centro di un vero e proprio vortice di mercato. Il centrale granata piace molto a Sinisa Mihajlovic, allenatore del Milan, il quale ha avuto modo di conoscerlo a apprezzarlo durante la sua avventura come c.t della Nazionale serba. Il Milan cerca un elemento per sistemare la difesa; l’obiettivo numero uno è Romagnoli, ma la Roma spara alto. Dai 20 ai 30 milioni di euro. Cifra ritenuta troppo elevata. Ecco che Nikola Maksimovic rappresenterebbe una più che valida alternativa. Sul serbo, anche l’interesse del Napoli di Sarri. L’offerta dei partenopei è interessante (13 milioni più 2 di bonus) ma non ancora considerata irrinunciabile.

MUNOZ – La trattativa con Ezequiel Muñoz – svincolato – è ancora in fase embrionale, ma potrebbe davvero subire un’impennata nel caso in cui il Torino si privasse di Maksimovic. Petrachi ha individuato nell’argentino ex Palermo il sostituto ideale. Giovane (classe 1990) e di prospettiva, un elemento bisogno di rilancio che potrebbe trovare in Ventura un ottimo maestro.

STANGHELLINI – Il direttore del settore giovanili Massimo Bava piazza il terzo colpo per la Primavera di Moreno Longo: è il difensore classe 1997 Edoardo Stanghellini, che andrà a ricoprire il ruolo che l’anno scorso è stato di Michele Troiani, tornato al Chievo. E proprio dalla società di Luca Campedelli proviene il nuovo rinforzo per la squadra Campione d’Italia in carica. 

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy