Toro, Petrachi vara il piano B

Toro, Petrachi vara il piano B

di Valentino Della Casa – Si riparte tristemente. Si riparte con Urbano Cairo, senza Lerda e, forse, con Gianluca Petrachi. L’attuale ds granata (il più longevo dell’era-Cairo), come anche vi avevamo detto nelle scorse settimane, ha diverse chances di rimanere a Torino, nonostante la sciagurata permanenza in serie B. Ecco dunque che proprio l’ex Pisa presenterà, in settimana, al presidente un programma per poter ripartire,…

di Valentino Della Casa – Si riparte tristemente. Si riparte con Urbano Cairo, senza Lerda e, forse, con Gianluca Petrachi. L’attuale ds granata (il più longevo dell’era-Cairo), come anche vi avevamo detto nelle scorse settimane, ha diverse chances di rimanere a Torino, nonostante la sciagurata permanenza in serie B. Ecco dunque che proprio l’ex Pisa presenterà, in settimana, al presidente un programma per poter ripartire, a cominciare dall’allenatore, per continuare poi con i giocatori che resteranno e quelli che, invece, saluteranno la piazza piemontese.

Si punterà soprattutto su una piccola rifondazione di tipo caratteriale e con una maggior forza (anche economica) in sede di mercato. Come? A partire da un budget che, contando anche l’inevitabile cessione di Rolando Bianchi, si aggirerebbe intorno ai 10 milioni di euro. L’idea del ds è infatti quella di poter fare come l’Atalanta e il Siena quest’anno, seppur con fondi comunque inferiori: imporsi sul mercato ed evitare quel terribile gioco di incastri che ha impedito a Lerda di avere una squadra pressoché completa già all’inizio del ritiro di Norcia. Ed è un punto fondamentale, così come quello della scelta dell’allenatore.

Proprio Lerda, come vi abbiamo abbondantemente anticipato (e come facilmente intuibile), dovrà dire addio al “suo” Toro, dopo un’esperienza molto faticosa e poco positiva. Il sostituto? Petrachi ha in mente una rosa di quattro allenatori: Giampaolo, Ballardini,Ventura e Colantuono (ma da capire la situazione contrattuale con l’Atalanta che non ha ancora deciso le sorti dell’allenatore romano). Da escludere quindi allenatori come Cagni, Ficcadenti e Sannino, più volte accostati alla panchina granata nelle ultime settimane.

Questo è il “piano B” ideato da Petrachi. La palla, ora, passa in mano a Cairo: entro il fine settimana si saprà qualcosa. Se il progetto verrà bocciato, il ds granata sembra indirizzato verso Palermo (Lecce rimane una pista più remota). Altrimenti per il secondo anno consecutivo sarà l’ex Pisa a fare il mercato, cercando di portare giocatori più adatti ad un Torino che non può veramente più permettersi la permanenza in Serie B.

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy