Alfred Gomis, il paratutto dell’Avellino terzo. Barreca sulla sinistra è un Toro

Alfred Gomis, il paratutto dell’Avellino terzo. Barreca sulla sinistra è un Toro

Italia Granata / Il portiere para tutto e l’Avellino vince a Livorno, il terzino spaventa il Bologna. Espulso Larrondo, segna Monni nel Pescara Primavera

Torna Italia Granata, come ogni lunedì mattina: a meritare la copertina stavolta è Alfred Gomis, il portierone dell’Avellino terzo in Serie B, che permette alla suq squadra di sbancare Livorno. Grande prestazione, però, anche per Antonio Barreca, il migliore del Cittadella contro il Bologna. Parigini gioca solo uno scampolo, infortuni fermano Aramu e Sperotto mentre Suciu è fermo ai box per squalifica. Nell’Avellino bene anche Marco Chiosa, nella Primavera del Pescara segna Simone Monni. Nella lontana Argentina, nel frattempo, continua a far male Larrondo, che si becca un rosso diretto, mentre Sanchez Mino si risolleva insieme al suo Estudiantes. Vediamo tutto nel dettaglio.

SERIE A

VERDI (Empoli) – L’Empoli si dimostra superiore al Chievo, battendolo 3-0 in casa, e scatta verso la salvezza. Verdi resta in panchina per tutta la partita: come trequartista gioca Saponara dall’inizio e poi gli subentra nella ripresa Zielinski. Sarri ha tre fanatasisti a sua disposizione, e deve cercare di ruotare gli elementi a sua disposizione.

SERIE B

ALFRED GOMIS, CHIOSA (Avellino) – Alfred Gomis a Livorno para tutto e permette all’Avellino di sbancare il “Picchi”. La squadra di Rastelli batte i toscani a casa loro per 0-1 (rete di Trotta nel finale) ma deve ringraziare soprattutto il portiere, con tre parate prodigiose, specie quella di piede al 42′ della ripresa su Biagianti, ma anche precedentemente su una conclusione di Gemiti. Grande prestazione per Alfred, talento e reattività sono fuori dal comune, e i 1500 tifosi campani giunti in Toscana si coccolano il loro portiere (Voto: 7,5). Novanta minuti anche per Marco Chiosa, ormai punto fermo della difesa della terza forza della Serie B. Difficile da superare il marcatore mancino di proprietà del Torino, che controlla bene l’ex Toro Vantaggiato. (Voto: 6)

SUCIU (Crotone) – Il Crotone perde 1-0 a Vicenza e resta ultimo in classifica. Costretto a stare fermo ai box Sergiu Suciu, il centrocampista romeno in prestito dal Toro, per un turno di squalifica.

LYS GOMIS, ARAMU (Trapani) – Titolare come sempre Lys Gomis nel Trapani di Boscaglia, che non va oltre lo 0-0 casalingo col Varese e rinvia l’appuntamento con la vittoria, che manca da sette giornate. Il portiere senegalese “risponde” alla super prestazione del fratello Alfred con una bella parata sul centravanti dei lombardi, Neto Pereira (Voto: 6,5). Mattia Aramu invece deve rimanere fuori dal match, non essendo stato convocato dal tecnico siciliano a causa di un infortunio.

STEVANOVIC (Spezia) – Un’altra esclusione per Alen Stevanovic: l’esterno serbo, in Spezia – Modena 3-2 (rete decisiva all’ultimo minuto di Nenè) resta in panchina per tutto l’incontro. Anche questa esperienza ligure alla corte di Bjelica non sta vedendo l’esterno serbo trovare molto spazio.

BARRECA, SCAGLIA (Cittadella) – Prova di forza del Bologna, che vince 0-1 sul campo di un Cittadella in crescita e accorcia le distanze dal Carpi capolista, ora a meno cinque punti. Nei granata veneti, come sempre titolari Scaglia e Barreca. A risaltare in maniera netta è la prestazione del terzino sinistro: Antonio, tira fuori novanta minuti di grande qualità e su quella corsia mette ripetutamente in difficoltà i bolognesi, producendo traversoni in serie (fantastico un assist non sfruttato a dovere da Stanco), e sfiorando anche il gol personale. Indiavolato (Voto: 7). Il difensore centrale, invece, ha un compito difficile contro Cacia e Mancosu: prova a cavarsela di mestiere, arrivando anche alla sufficienza, ma è dura non concedere del tutto occasioni ai due attaccanti del Bologna, molto esperti della cadetteria (Voto: 6)

PARIGINI (Perugia) – Vittoria importante del Perugia, che vince a Brescia per 1-2 (reti di Ardemagni e Falcinelli). Solo qualche minuto finale per Vittoria Parigini, che entra al 41′ della ripresa per Fabinho. Di recente il tecnico umbro Camplone sta facendo rifiatare l’attaccante classe 1996, che ha dato moltissimo nella prima parte di stagione (Voto: ng)

LEGA PRO

IENTILE (Sudtirol) – Altra esclusione per il centrale classe 1995 nel match che il Sudtirol perde in casa per 1-2 con la capolista, l’Alessandria di D’Angelo.

PARODI (Ancona) – Altri novanta minuti da terzino destro per Luca Parodi, l’eclettico giocatore classe 1995 capace di giocare in qualsiasi posizione nella fascia destra. Cornacchini nella gara che i dorici giocano e pareggiano 1-1 a Grosseto lo reimpiega come difensore e lui gioca una gara tutto sommato accorta, all’interno di una squadra ben organizzata di cui sta diventando titolare fisso. (Voto: 6)

GYASI (Mantova) – Il “Martelli” è un fortino per il Mantova di Ivan Juric, che supera la Pro Patria fanalino di coda per 2-0. Gioca titolare “Ima” Gyasi, arrivato a gennaio, nel suo ruolo ideale, quello di attaccante sinistro del 3-4-3. Non brilla particolarmente, il ghanese classe 1995, per uscire poi al 9′ della ripresa per Tano Caridi. Da salutare positivamente, comunque, il suo buon impiego e la prestazione volitiva, anche se i gol dei virgiliani sono arrivati dopo la sua uscita dal campo. Nel post-partita il tecnico Juric elogia la sua prestazione, soprattutto perché non giocava parecchio da tempo, ma definisce causticamente il mercato di gennaio della società come “una schifezza: siamo l’unica società che ha guadagnato dalla sessione di mercato, e la cosa mi dà fastidio”.

SPEROTTO (Cosenza) – Il Cosenza al “San Vito” non si fa pregare: Reggina stesa 2-0 e derby calabrese incassato, reti di De Angelis e Caccetta. Un fastidioso infortunio però sta tenendo fuori da qualche settimana Nicolò Sperotto, il terzino sinistro titolare di Roselli.

COMENTALE (Monza) – Il Monza perde 2-1 in casa della Giana Erminio. Resta ancora fuori purtroppo Alessandro Comentale, che ancora si deve inserire nella nuova realtà agli ordini di Pea.

PRIMAVERA

TAHIRAJ (Carpi) – Il Parma di Crespo, nelle condizione precarie in cui si trova, riesce comunque a vincere in casa 1-0 contro il Carpi, rete di Mitta. Tahiraj, attaccante esterno di proprietà del Torino ceduto a gennaio agli emiliani, si conferma un titolare di mister Bortolas e gioca novanta minuti, senza brillare ma comunque dando peso alla manovra dei biancorossi (Voto: 6)

LENTINI (Bari) – Il Bari di Urbano, la capolista del Girone C, pareggia 1-1 al “Monteboro” contro l’Empoli. Nicholas Lentini non prende parte all’incontro e non figura nemmeno in panchina. I giovani “Galletti” restano comunque in testa, davanti a Roma e Lazio.

MONNI (Pescara) – Il Pescara di Massimo Oddo perde addirittura 2-7 in casa col Milan di Brocchi. Simone Monni gioca novanta minuti e riesce a segnare la rete del provvisorio 1-2 nel primo tempo; poi nella ripresa i compagni naufragano, ma lui riesce a salvarsi (Voto: 6,5)

CARONTE (Udinese) – Al Toro non trovava spazio neppure in Berretti: Federico Caronte invece a Udine è titolarissimo nella Primavera che vince 1-2 a Brescia e si fa largo in zona Play-Off nel Girone B. I friulani hanno il diritto di riscatto sul suo cartellino: si sta rivelando un terzino destro di buon valore, il Toro dovrà stare attento.

CIZZA (Alessandria) – Il portiere classe 1997, in prestito dal Toro, è titolare nella Berretti grigia di Zanchetta che ottiene un buon 0-0 in casa col Novara, una delle formazioni più temibile del Girone A che il Torino di Migliaccio sta guidando da mesi. Cizza, che ultimamente ha raccolto anche qualche panchina in Lega Pro, riesce a mantenere la porta inviolata contro una squadra pericolosa (Voto: 6)

ESTERO

LARRONDO (Tigre) – Larrondo espulso nel match che il Tigre perde 2-1 sul campo del Rosario Central, in una partita che assomiglia più al Far West che ad un match di pallone. Basti dire che il tecnico del Tigre, Gustavo Alfaro, è stato colpito alla testa da un oggetto contundente lanciato dai tifosi rivali. Dopo una sospensione la partita riprende, per insistenze dello stesso allenatore (“Non si ferma tutto per colpa di un idiota”); la partita è comunque nervosa e l’attaccante del proprietà del Torino è il primo con i nervi a fior di pelle, tanto da beccarsi un rosso diretto per un intervento cattivo e scomposto nella ripresa. Ancora male l’attaccante argentino classe 1988 (Voto: 4)

SANCHEZ MINO (Estudiantes) – Seconda presenza per Sanchez Mino nell’Estudiantes di Veron, la prima da titolare. Il “pincha” vince in rimonta in casa contro il Godoy Cruz per 2-1. Sanchez Mino viene impiegato da esterno destro: colpisce una traversa da pochissimi metri, ma compie una buona prestazione: il ritorno nella sua Argentina gli sta facendo bene e gli permette di tornare a sentirsi un calciatore. (Voto: 6)

VESOVIC (Rijeka) – Niente da fare per Marko Vesovic, che continua a essere ai margini del Rijeka di Kek. Questo week-end per lui solo tribuna nel match che gli istriani pareggiano sul campo dell’RNK Spalato, la squadra che il Toro ha eliminato a fatica nei Play-Off di Europa League ad agosto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy