Parte la Serie B: cinque i “granata” impegnati. Longo, esordio con l’Ascoli

Parte la Serie B: cinque i “granata” impegnati. Longo, esordio con l’Ascoli

Italia Granata, la presentazione del week-end / La Pro Vercelli di Longo e Zaccagno debutta in casa con l’Ascoli, Carissoni cerca l’esordio col Trapani

2 commenti

Al via la Serie B 2016/2017: sono cinque i giocatori di proprietà del Torino che saranno impegnati nel week-end in quella che sarà la prima giornata di un’estenuante stagione.
Attenzione particolare al debutto della Pro Vercelli: i Leoni di mister Moreno Longo e del portiere Andrea Zaccagno debutteranno in casa, domani sera alle 20.30 contro l’Ascoli. In porta il titolare dovrebbe essere Provedel.  “Vivo l’esordio in maniera serena, in settimana abbiamo lavorato nel migliore dei modi. Bisogna essere lucidi, per entrare in campo nel modo giusto”, sono state le parole dell’ex tecnico della Primavera granata che debutterà contro l’Ascoli.

Sempre sabato sera in campo anche il Brescia di Brocchi e Simone Rosso, al “Partenio” contro l’Avellino. Per l’esterno classe 1995 deve essere la stagione del salto di qualità agli ordini di un tecnico che conosce bene per averlo sconfitto ai tempi delle Final Eight Primavera 2015.

La Spal affronterà il Benevento in un derby tra neopromosse: c’è curiosità di capire se il difensore centrale classe 1996 Kevin Bonifazi potrà avere spazio. Il Perugia di Marco Chiosa chiuderà la giornata col posticipo del lunedì in casa del Cesena; infine, un occhio di riguardo dovrà essere riservato a Novara-Trapani, partita particolare per il tecnico dei piemontesi Boscaglia che sarà il grande ex. Nei siciliani, infatti, sarà presente Lorenzo Carissoni, il terzino destro classe 1997 che solo due stagioni fa giocava in Serie D nel Pontisola e oggi si ritrova in cadetteria dopo una stagione da protagonista nella Primavera del Torino.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Héctor Belascoarán - 5 mesi fa

    Ho appena visto Spezia – Salernitana 0 – 1… Mantovani titolare, ottima prestazione… un difensore tecnico, preciso, attento, in poche parole moderno, di soli 20 anni, campione d’Italia con la Beretti, campione d’Italia con la Primavera, capitano…
    Ma come abbiamo potuto lasciarlo andare via. Non capisco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxmurd - 5 mesi fa

    Finalmente un articolo interessante, mica quelli che parlano di mercato, che ne scrivete 10 al giorno ma non dicono assolutamente nulla…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy