Perugia, questo Parigini merita più spazio. Paura e sollievo per Lys Gomis

Perugia, questo Parigini merita più spazio. Paura e sollievo per Lys Gomis

Italia Granata / Il talento di Moncalieri torna in campo da protagonista contro l’Avellino di Alfred Gomis e Chiosa. Panchina per Verdi, terzo gol consecutivo per un Larrondo in forma

 

Torna Italia Granata: è stato un week-end di paura per Lys Gomis e di soddisfazione per Parigini (che merita il ruolo di uomo-copertina per il suo ritorno in campo dopo qualche partita fuori) e Barreca. Segna il terzo gol consecutivo un Larrondo caldissimo, mentre si fa male anche Pippo Scaglia, che però nello spezzone iniziale col Livorno aveva fatto benissimo. Sempre titolare Parodi, stavolta sono rivedibili Alfred Gomis e Chiosa, che perdono lo scontro con Parigini. Panchina per Verdi: l’esplosione di Saponara, come era prevedibile, sta limitando gli spazi per lui. Vediamo tutto nel dettaglio.

 

SERIE A

VERDI (Empoli) – Nessun minuto per Simone Verdi nella gara che l’Empoli di Sarri vince in casa col Sassuolo (3-1). Non c’è la solita staffetta con Saponara, ieri autore di due gol e un assist: nella ripresa gli subentra il terzo trequartista a disposizione del mister toscano, il polacco Zielinski.

SERIE B

LYS GOMIS, ARAMU (Trapani) – E’ stato un sabato di paura per Lys Gomis, purtroppo, che come vi abbiamo raccontato è stato vittima, al 14′ della ripresa, di uno scontro di gioco molto duro con Masina: per lui tanta paura e un leggero trauma cranico, con lieve perdita della memoria. Il portiere classe 1989 ha anche dovuto rinunciare ad unirsi alla nazionale senegalese, che nei prossimi giorni sarà impegnata in un paio di amichevoli. (Voto: 6) Titolare anche Mattia Aramu, a cui Cosmi rinnova la fiducia come trequartista dietro le punte del 4-3-1-2. La prestazione del classe 1995 non è negativa ma risente di una buona occasione sprecata a inizio ripresa, con la palla mandata fuori da buona posizione. Questo e altri errori dei siciliani influiscono sul risultato finale, che vede il Trapani pareggiare 0-0 col Bologna nonostante un’ottima partita. Il giocatore di proprietà del Torino è poi uscito al 36′ del secondo tempo (Voto: 6)

BARRECA, SCAGLIA (Cittadella) – Gran bel colpo per il Cittadella di Foscarini, che vince sul campo del Livorno del neo-allenatore Christian Panucci. 0-1 il risultato, frutto di una rete dell’ex Toro Sgrigna su rigore, che porta i veneti fuori dalla zona calda. Titolari come al solito sia Scaglia che Barreca. Il difensore centrale parte benissimo non facendo mai vedere il pallone a Galabinov, ma è costretto a uscire al 26′ del primo tempo a causa di un problema muscolare di cui andrà accertata l’entità (Voto: 6). Il terzino disputa una gara più accorta che arrembante: limita le sgroppate in avanti ma dimostra di essere cresciuto parecchio anche in fase difensiva (Voto: 6).

ALFRED GOMIS, CHIOSA (Avellino), PARIGINI (Perugia) – Il Perugia fa il colpo fuori casa e vince al Partenio di Avellino per 1-2. Influiscono parecchio gli errori sottoporta dei padroni di casa. Vittorio Parigini vince dunque il confronto con Alfred Gomis e Chiosa, tornando in campo dopo qualche panchina di troppo. Entra al 13′ della ripresa ed è protagonista nell’azione del gol del pari, con una conclusione parata da Gomis la cui ribattuta è messa dentro da Falcinelli. Il talento classe 1996 va vicino alla marcatura personale in un’altra occasione. Un ritorno in campo da protagonista: ci si chiede per qual motivo Camplone lo abbiamo lasciato sempre fuori nell’ultimo mese (Voto: 6,5). Il portiere dell’Avellino è invece rivedibile sul gol del sorpasso umbro, ma è sempre mal aiutato dalla sua difesa. In precedenza aveva fatto un’ottima parata: peccato (Voto: 5,5). Sotto i suoi standard il difensore Marco Chiosa: compie qualche imprecisione per lui insolita col pallone tra i piedi ed è coinvolto nella “difesa di belle statuine” che provoca le reti di Falcinelli (Voto: 5,5).

SUCIU (Crotone) – OK Sergiu Suciu, che sta trovando continuità nel Crotone che vince col Brescia (2-1) e aggancia la zona play-out. Da mezzala sinistra del 4-3-3 gioca molto bene nelle due fasi e si rende pericoloso in zona-gol. E’ un Suciu ritrovato, che si candida per ritornare al Toro in vista dell’anno prossimo, quando la riforma Tavecchio obbligherà i granata a reclutare quattro giocatori “over 21” che abbiano trascorso almeno due anni nel proprio vivaio. (Voto: 6,5).

STEVANOVIC (Spezia) – Niente da fare per Stevanovic, che resta ancora fuori nel match che lo Spezia di Bjelica vince in casa dello Spezia grazia alle reti di Catellani e Giannetti.

LEGA PRO

IENTILE (Sudtirol) – Nemmeno in campo Andrea Ientile nella gara che il Sudtirol perde in casa dell’Albinoleffe.

COMENTALE (Monza) – Ancora fuori anche Comentale, neppure in panchina nella gara che il Monza pareggia 0-0 sul campo del Lumezzane. Il regista deve ancora esordire con la maglia dei brianzoli.

SPEROTTO (Cosenza) – Purtroppo ancora fuori per infortunio Nicolò Sperotto, che non ha potuto prendere parte alla gara che il Cosenza di Roselli ha pareggiato a Messina a reti inviolate.

PARODI (Ancona) – Dopo un super gol nel turno precedente, è ancora titolare Parodi in un Ancona che perde con molta sfortuna in casa del Santarcangelo (1-0). Ormai titolare fisso nel ruolo di terzino destro della difesa a quattro, il classe 1995 sfodera un’altra buona prestazione  e gioca altri novanta minuti. E’ una sicurezza per mister Cornacchini e una delle sorprese più gradite della truppa di “Italia Granata” di quest’anno. (Voto: 6,5).

DIOP (Matera) – 0-0 del Matera in casa col Vigor Lamezia. Dopo la rete nel turno precedente, Abou Diop è rimasto fuori per squalifica.

GYASI (Mantova) – 0-0 anche del Mantova contro la Feralpi Salò. E’ da salutare positivamente la titolarità di Ima Gyasi, nel tridente offensivo di Juric. L’attaccante ghanese classe 1994 però non incide particolarmente. Chiede un rigore ma l’arbitro non glielo concede ed esce dopo dieci minuti della ripresa per il prodotto scuola Genoa, Said. (Voto: 5,5).

PRIMAVERA / BERRETTI

CIZZA (Alessandria) – L’Alessandria di Zanchetta non riesce a fermare la Feralpi Salò, avversaria del Toro di Migliaccio per la vittoria del girone, e perde 2-0 in Lombardia. Titolare Edoardo Cizza, che non ha colpe particolari sui due gol incassati dalla formazione allenata da Aimo Diana (Voto: 6).

ESTERO

LARRONDO (Tigre) – Il Tigre vince 0-1 sul campo del Colon di Santa Fè e il gol decisivo lo segna proprio Larrondo, bravo a finalizzare un bel contropiede. E’ il terzo gol consecutivo per l’attaccante argentino: segnaliamo un gran periodo di forma per lui, dopo un momento iniziale non felice: sta ritrovando la fiducia. (Voto: 7) Ecco il video del suo gol.

 

VESOVIC (Rijeka) – Finalmente un po’ di spazio per Marko Vesovic, entrato al 58′ nella partita che il Rijeka pareggia 0-0 sul campo dell’Osijek. L’esterno montenegrino va anche vicino al gol in un paio di occasioni: Kek lo mette dentro per aumentare la spinta della squadra e lui riesce parzialmente nella missione (Voto: 6).

SANCHEZ MINO (Estudiantes) – L’Estudiantes di Veron si fa rimontare in casa dal Banfield, passando da 1-0 a 1-2. Titolare Sanchez Mino, che però non riesce a incidere nella sua zona di campo preferita, la fascia sinistra, per poi uscire un po’ anonimamente nella ripresa (Voto: 5,5).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy