Piovaccari e Grossi, i gol della speranza

Piovaccari e Grossi, i gol della speranza

di Davide Agazzi – La penultima giornata di campionato emana verdetti importanti. Protagonisti di giornata, indubbiamente, i giocatori del Padova, che regalano ai propri tifosi il sesto posto in classifica, dell’Albinoleffe, che si giocheranno ancora le loro carte salvezza e del Siena, che travolge il Varese con un  sonoro 5-0.

Cano (Padova): tra i tanti portieri in stato di grazia c’è sicuramente…

di Davide Agazzi – La penultima giornata di campionato emana verdetti importanti. Protagonisti di giornata, indubbiamente, i giocatori del Padova, che regalano ai propri tifosi il sesto posto in classifica, dell’Albinoleffe, che si giocheranno ancora le loro carte salvezza e del Siena, che travolge il Varese con un  sonoro 5-0.

Cano (Padova): tra i tanti portieri in stato di grazia c’è sicuramente l’estremo difensore di Dal Canto. Nel primo tempo, lui e De Lucia salvano diverse volte il risultato, ma nel complesso vince il duello con il Livornese. Spettacolare il suo salvataggio con i piedi sulla linea di porta.

Troest (Atalanta): la squadra di Colantuono non è ancora con la testa in vacanza. Ed è così che chi ha giocato meno nel corso dell’anno cerca di approfittare della ghiotta occasione. Il difensore nerazzurro è bravo ad insaccare di testa alle spalle dell’estremo difensore avversario.

Zenoni (Albinoleffe): l’esterno di Mondonico è in gran giornata. Dalla sua corsia nascono numerosi cross, dove gli attaccanti spesso si fiondano come rapaci. Sempre propositivo, vince il fratello con il gemello Damiano.

Terzi (Siena): nel pokerissimo della squadra di Conte è difficile trovare chi ha giocato peggio. Il centrale bianconero è autore di una grande prova difensiva, comandando la difesa e commettendo poche sbavature. Fermare l’attacco del Varese, seppur rimaneggiato, non è cosa da tutti.

Fabbrini (Empoli): dopo una stagione tra luci ed ombre, il fantasista di Aglietti sceglie gli scarpini giusti per mandare in tilt la difesa del Torino. Vera musa ispiratrice, gioca una delle migliori partite della stagione.

Magnanelli (Sassuolo): il suo gol, oltre che bello, è anche importante. La vittoria sul Frosinone vuol dire retrocessione per i ciociari, ma soprattutto speranze per la squadra di Mandelli. Come sempre, una garanzia del centrocampo, che promette quantità e qualità.

Cuffa (Padova): dopo tante cavalcate su e giù per il campo, arriva anche la gioia del gol. A pochi minuti dalla fine, il suo piattone destro supera De Lucia e sembra garantire il successo ai veneti. Al contrario, non sarà l’ultimo gol di una partita senza fine, ma sicuramente il più bello.

Grossi (Albinoleffe): nella vittoria dei bergamaschi, grandi merito va al loro centrocampista. La sua doppietta regala ancora forza ed entusiasmo alla squadra di Mondonico, che si giocherà tutto nell’ultimo turno con il Siena. Pregevole la seconda segnatura, arrivata dopo una bella azione personale.

Danilevicius (Livorno): nonostante la sconfitta e la certezza di trascorrere un altro anno in serie B, l’attaccante di Novellino tiene vive le speranze dei labronici fino al 92′. Gela l’intera città di Padova con il suo primo gol e segna il gol, che sembra segnare la fine dell’incontro, con un difficile colpo di testa.

Bertani (Novara): i piemontesi, tra alti e bassi, finiscono terzi. Una posizione incredibile, frutto, ancora una volta, della doppietta del proprio attaccante. Fortunato sul primo gol, si fa trovare pronto sulla ribattuta per segnare la seconda marcatura.

Piovaccari (Cittadella): un gol, su rigore, ed un assist al bacio per Gabbiadini mantengono accese le speranze del Cittadella, quasi salvo a quota 48 punti. L’attaccante di Foscarini ha il titolo di capocannoniere in tasca e nell’ultima giornata, contro il Pescara, non vorrà tradire la propria società.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy