Romeo, due gol per tre punti

Romeo, due gol per tre punti

di Davide Agazzi – A due giornate dal termine del campionato sono ancora gli attaccanti a meritarsi la prima pagina. Ad Ascoli, un Siena già promosso viene superato dalla doppietta di Romeo, che regala ai suoi tifosi sperenze in chiave play-out. Non fa più notizia il gol di El Sharaawi, ma è da sottolineare la prestazione di Pierobon, portiere del Cittadella, che nega al Crotone la gioia del gol.

Pierobon…

di Davide Agazzi – A due giornate dal termine del campionato sono ancora gli attaccanti a meritarsi la prima pagina. Ad Ascoli, un Siena già promosso viene superato dalla doppietta di Romeo, che regala ai suoi tifosi sperenze in chiave play-out. Non fa più notizia il gol di El Sharaawi, ma è da sottolineare la prestazione di Pierobon, portiere del Cittadella, che nega al Crotone la gioia del gol.

Pierobon (Cittadella): senza i gol del capocannoniere Piovaccari, ci pensa l’estremo difensori di Foscarini a portare a casa i tre punti. Dopo una partita tranquilla e senza troppi patemi, il portiere veneto è chiamato in causa più volte e lui risponde sempre presente.

Olivi (Pescara): andati in svantaggio, dopo il gol di Abbruscato, i ragazzi di Di Francesco non si scoraggiano e trovano il gol del momentaneo 1-1. Il difensore abruzzese è bravo a saltare e a mandare la palla in rete con un rocambolesco colpo di testa.

Ogbonna (Torino): il Toro non subisce gol ed il merito, per una volta, va anche alla difesa. Il vicecapitano granata comanda il proprio reparto con autorevolezza, cercando, ogni tanto, qualche proiezione offensiva.

Lisuzzo (Novara): il difensore di Tesser trova si regala la gioia della prima rete stagionale a due partite dal termine del campionato. Il centrale novarese approfitta di una mischia, sugli sviluppi di un calcio  d’angolo, per battere Frison e pareggiare il gol di Sansone.

De Feudis (Torino): dopo tante gare di sostanza, finalmente arriva il gol. Il mediano di Lerda chiude la  partita con la Triestina, a pochi minuti dalla fine, con un destro volante che trafigge l’estremo difensore avversario.

Bonaventura (Atalanta): la squadra di Colantuono è promossa, ma mai doma. Nel derby con l’Albinoleffe, la voglia di spedire i cugini in Lega Pro è tanta e ci pensa Bonaventura a sottrarre i tre punti alla squadra del “Mondo”. Il suo colpo di testa ed il suo tiro di destro, mandando al tappeto la retroguardia celeste.

El Sharaawi (Padova): i veneti di Dal Canto continuano la loro marcia play-off e ringraziano, ancora una volta, il proprio faraone. La stoccata ravvicinata del giovane fantasista è degna del calcio a 5, ma l’importante è che vale i tre punti.

Sansone (Frosinone): i ciociari sono ancora aggrappati ad una misera speranza di salvezza, nonostante la sconfitta con il Novara. Il centrocampista di Campilongo illude i propri tifosi, quando, nel primo tempo, sorprende Ujkani con un fortissimo esterno, che colpisce il palo prima di entrare in rete.

Romeo (Ascoli): l’uomo copertina di questa Top 11 strappa applausi e tre punti d’oro al Siena neopromosso. L’attaccante di Castori segna il gol dell’1-2, con una splendida bicicletta a pochi passi dalla porta di Coppola. Nel finale, in pieno recupero, fa sognare i propri tifosi quando trova la rete del vantaggio, grazie ad un ravvicinato colpo di testa.

Ebagua (Varese): due gol, da condividere con Guardalben, portiere del Modena con la luna storta. L’attaccante di Sannino trova il vantaggio con un calcio di punizione non certamente irresistibile e segna il gol del raddoppio, beffando il portiere avversario in uscita.

Bonazzoli (Reggina): tra tutti i gol, il più improbabile. L’attaccante di Atzori, contro il Grosseto, segna l’unica rete della partita, direttamente su calcio di punizione, con la complicità della pioggia e del portiere avversario.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy