Serie A, incontro in Lega tra arbitri e società: presenti Belotti e Frustalupi

Serie A, incontro in Lega tra arbitri e società: presenti Belotti e Frustalupi

L’incontro / La riunione ha l’obiettivo di riportare serenità e di chiarire i dubbi che hanno creato diverse polemiche nell’ultimo periodo

di Roberto Ugliono

Oggi pomeriggio nella sede milanese della Lega Calcio si sono incontrati il presidente dell’Aia Marcello Nicchi, il responsabile del Can A Nicola Rizzoli, capitani, tecnici e dirigenti delle 20 squadre di Serie A per parlare di VAR e cercare di porre fine alle discussioni sui direttori di gara. A rappresentare il Torino erano presenti capitan Belotti e Frustalupi.

TEMATICHE – Lo scopo dell’incontro era quello di cercare di porre fine alle tante discussioni che hanno caratterizzato soprattutto l’ultimo periodo. Rizzoli ha infatti spiegato alla platea che i direttori di gara non sono per nulla in confusione e hanno ben chiare le linee da seguire. Tra gli argomenti anche la questione sui falli di mano che, è stato spiegato, non dipende solamente dal tocco effettivo con il braccio, ma anche da quanto l’arto si allontani dal corpo. L’esempio preso in esame è il rigore della Lazio e Rizzoli ha difeso Abisso spiegando che la decisione è stata giusta, perché la posizione del braccio non è stato congruo. Al termine della riunione, durata due ore abbondanti, sono intervenuti alcuni rappresentanti delle società, tra cui Giampaolo che ha riferito: “La riunione è stata formativa, ci sono state spiegate alcune cose, ma sarebbe meglio spiegarle anche in pubblico, ci sono delle regole che vanno rispettate al di sopra di ogni sospetto“. Stesso entusiasmo anche per Semplici, tecnico della SPAL: “Gli arbitri possono sbagliare, la buona fede non può essere messa in discussione. Abbiamo analizzato tutte le situazioni più discutibili“.

RIZZOLI – Nessuno dei direttori di gara, invece, ha rilasciato dichiarazioni. Soltanto Rizzoli è intervenuto ai microfoni dei giornalisti e ha spiegato che non c’è alcuna confusione tra gli arbitri e ha fatto anche un riassunto di quanto detto durante la riunione: “Abbiamo spiegato perché sono state prese alcune decisioni e abbiamo ammesso alcuni errori umani, non della tecnologia. Il 90% degli errori che abbiamo individuato è per falli di mano e da rigore. Serve più professionalità, degli uomini e della tecnologia, per ridurre gli errori“.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14036404 - 2 settimane fa

    Aldilà di episodi particolarmente significativi che avvengono durante una partita, quali calci di rigore o espulsioni, gli arbitri possono condizionare in maniera pesante l’esito di un incontro anche, diciamo così, in modo più “subdolo”, senza decisioni particolarmente eclatanti ma semplicemente fischiando costantemente a favore di una delle due squadre falli anche non così apparentemente importanti, ammonizioni, o anche banalmente concedendo perdite di tempo eccetera, quindi senza dare troppo nell’occhio. Queste tipologie di direzioni arbitrali, a mio parere, sono le peggiori in quanto più vigliacche, nascoste, ma non meno dannose di quelle dove accadano situazioni più eclatanti. E il Toro è sovente vittima di questi arbitraggi, l’ultimo proprio quello di sabato per esempio. E non è un caso che con questo “signor” Doveri non abbiamo mai vinto in serie A. Personalmente non ho mai creduto alla buona fede totale ed incondizionata degli arbitri, e nessuno mi convincerà mai del contrario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13734369 - 2 settimane fa

    cg caro signor Rizzoli lei sarà in buonafede ma non tutti le giacchette nere che anno arbitrato il TORO lo sono e lo sanno a noi mancano punti x colpa loro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. DavideGranata - 2 settimane fa

    Una perdita di tempo e una presa per il culo colossale.

    A questi incontri non si deve assolutamente partecipare, perchè ti fai solo ridere in faccia e ti pigli ancora il cazziatone di Rizzoli perche sei sempre a lamentarti e non capisci che “gli arbitri sbagliano sempre in buona fede”…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. s.simone_183 - 2 settimane fa

    La classe arbitrale italiana è molto scarsa e la conferma viene dalle numerose lamentele contro gli arbitri che immancabilmente si ripetono durante tutte le partite di calcio. I principali motivi per cui la qualità dei nostri arbitri è scadente dipende principalmente dal fatto che quasi tutti gli arbitri oltre a deficit tecnici ormai stabilizzatisi nei loro DNA, sono superbi, peccano di assoluta infallibilità, spocchiosi, per niente pronti a discutere perchè platealmente arroganti ed in in malafede, sono arciconvinti di poter agire in campo come dei dittatorelli da strapazzo perchè nella maggior parte dei casi, anche quando le loro malefatte sono appurate dai loro superiori, le punizioni loro affibbiate sono del tutto irrilevanti e/o completamente inadeguate al danno causato. Fate l’analisi tecnica approfondita sulla maggior parte degli arbitri tra cui Doveri, Valeri, Rocchi, Orsato, Fabbri, Mariani, Calvarese e compagnia bella e converrete con me che questa gentaglia non sarebbe in grado neanche di pulire i cessi. E le squadre che normalmente beneficiano della maggior parte dei loro errori, manco a dirlo, sempre le solite, Juve, Inter, Milan, Roma, Lazio, ecc., ecc. Che schifo!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Carlin - 2 settimane fa

    Se gli arbitri sbagliano, anche clamorosamente,a favore dei gobbi,vengono fermati per un turno. Se sbagliano contro i gobbi non arbitrano piu’partite di cartello. Capito perche preferiscono fermarsi per una giornata?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14143365 - 2 settimane fa

    ci sono due regolamenti : uno valido solo per i gobbi….l’altro per tutte le altre squadre…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ardi - 2 settimane fa

    Dirò di più ora col var possono trasformare le situazioni a loro piacimento ed invertire addirittura le cose

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ToroMeite - 2 settimane fa

    IMHO il Torino FC a questo punto dovrebbe fare due belle mosse:

    1. Smettere di metter soldi per la farsa VAR.
    2. Smettere di giocare i derby, perché come dimostratosi piú volte con i delinquenti a strisce non ci puó essere né equitá né sportivitá.

    Sarebbero finalmente due segnali forti al sistema italico, se non al mondo intero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. gigioscal - 2 settimane fa

    E dei 7 episodi in cui il Gallo è stato messo giù in area non se ne è parlato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fedeltoro49 - 2 settimane fa

    Ma a cosa servono questi incontri se sono sempre loro ad avere ragione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. GranaSiempre - 2 settimane fa

    Tanto al Gallo anche se gli sparano in area di rigore, gli fischieranno fallo contro… Che disagio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. LeoJunior - 2 settimane fa

    Ma a voi non sembra una farsa pazzesca tutte queste anime bianche che discutono sui rigori non dati alla Juve?! NOvità dell’ultima ora … non danno i rigori contro la Juve. Mai successo. Nessuno che si chieda come sia possibile che anche con il VAR si sia ripreso con la stessa abitudine che va avanti da almeno 50 anni. Una volta “non vedevano” e quindi errore. Adesso vedono ma non fischiano comunque. Sono solamente più impuniti. Il rigore c’era e TUTTI sappiamo che a parti invertite nemmeno serviva andare al VAR. Ma perchè nessuno si chiede perchè ancora queste cose si verificano piuttosto che cercare motivazioni astruse?! E’ la JUVE, nulla di più. Basta la parola.
    Il problema sta nel fatto che gli arbitri hanno capito che possono andare avanti come sempre fatto anche con il VAR e quindi se ne fregano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy