Toro, quanti cross sbilenchi: i numeri lo confermano, dalle fasce serve di più

Toro, quanti cross sbilenchi: i numeri lo confermano, dalle fasce serve di più

Approfondimento / I tanti falli commessi non preoccupano, mentre la carenza di cross manda in crisi l’attacco granata

di Roberto Bianco

I numeri rappresentano una realtà oggettiva che poi va interpretata. Così come i 157 falli commessi dai giocatori del Toro in queste prime dieci giornate di campionato, squadra più scorretta finora in Serie A. Non una novità, visto l’andamento dello scorso anno, quando i granata risultarono la seconda squadra più fallosa, preceduta solo dal Cagliari. E non è un caso che il giocatore in assoluto più sanzionato nella stagione 2017/18 sia stato Tomas Rincon, autore di 80 falli in 36 partite. Anche quest’anno è in cima alla speciale classifica dei “cattivi”.

Torino FC v Juventus - Serie A

CHE GARRA – I dati potrebbero far pensare a una squadra costretta a subire e a picchiare. Non è così: possesso palla e occupazione della metà campo avversaria dimostrano il contrario. Piuttosto il credo di Mazzarri spinge, anche attraverso l’interruzione della manovra avversaria, a far giocare male le squadre affrontate. Fisico, pressing continuo anche grazie al lavoro sporco degli attaccanti e immediato recupero della palla fanno, giocoforza, lievitare la classifica dei falli commessi. Ecco che, El General, con temperamento e leadership, risulta fondamentale negli equilibri granata.

PRECISIONE CERCASI – Un secondo dato, forse decisivo per le sorti di classifica del Torino, riguarda i cross. Nelle prime 10 giornate di campionato sono 144 quelli effettuati dai granata, stesso score ottenuto dal Frosinone, risultato ben lontano da quanto fatto registrare da Inter (235) e Juventus (258). Certo meglio di Bologna, Genoa, Lazio, Parma, Samp e Sassuolo, ma solo a livello quantitativo. Sono infatti appena 43 i cross riusciti, poco meno del 30% dei tentativi sortisce cioè un qualche pericolo in area avversaria, mentre sono 101 i cross sbagliati. Solo la SPAL, di pochissimo, ha fatto peggio della squadra di Mazzarri.

Toro, è un Belotti in crescita. Ma senza rifornimenti dalla squadra…

ATTACCO IN CRISI – Anche a fronte di questi numeri, si comprende meglio la difficoltà di giocatori come Belotti e Zaza, bravi ad aggredire l’area avversaria e votati al gioco aereo, ad andare in gol con più regolarità. Dagli esterni i rifornimenti sono scarsi e scadenti, tra i peggiori della Serie A. De Silvestri e compagni di reparto, in quanto a precisione, hanno le loro responsabilità. A Mazzarri il compito di trovare un antidoto alla falla più evidente del Torino 2018/19.

* Dati Sky Sport Statistiche

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 2 settimane fa

    Occhio che il dato ‘squadra piu’ scorretta in serie A’ e’ molto interessante, si critica tanto gli arbitri, ma piu’ falli fai piu’ l’arbitro ti punisce.

    E non gli darei certo torto. Rincon becca un’ammonizione ogni due partite, stesso Meite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 2 settimane fa

    Ciao granata. Ti rispondo qua. Non so perché ma non mi fa rispondere sotto il commento. Che dire. Non posso avere la certezza che soriano sia fuori forma. Lo ha detto il mister. Infatti gioca poco. La campagna acquisti é sbagliata? Bisogna chiedere a petrachi perché la domanda secondo me che ci dobbiamo fare é chi lavora per chi. Nel senso…. Il mister lavora per il Ds il il Ds lavora per il mister? Secondo me il mister chiede un certo tipo di giocatore e il Ds lo deve portare in rosa. Per me petrachi quest’anno non ha lavorato benissimo. La rosa non mi sembra ben assortita in generale. Latita o sulle fasce in qualità. Abbiamo troppi stranieri e il mister sappiamo che preferisce i nostrani. Poi Zaza per esempio é un centravanti ingombrante come nome. Uno così vuole giocare. Ma chi gioca con 2 centravanti in Europa!? Nessuno. Si finisce per mettere pressione al gallo scontentare Zaza e mettere in difficoltà Mazzarri. Non era da comprare. A meno che non si giocasse una coppa europea in modo da avere spazio per tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Simone - 2 settimane fa

    Abbiamo due attaccanti che son più bravi di testa che con i piedi e non riusciamo a fargli avere cross fatti bene a sufficienza. Lollo è uno che non si tira mai indietro ma ha, nella fase offensiva, dei limiti tecnici insuperabili.
    Se affronti un avversario “minore” devi mettere in campo giocatori più offensivi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

    Io vorrei tanto sapere cosa diamine fanno negli allenamenti a porte chiuse! Suonano la cetra con Uolter che declama poesie nel mezzo. Ma tutte queste lacune non si colmano con il lavoro quotidiano, giorno dopo giorno? Gli schemi, i corner, i cross, le punizioni, i rigori…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. luna - 2 settimane fa

    La rosa attualmente é questa I piedi buoni per i cross li abbiamo, in attesa del rientro di Ansaldi possiamo rimettere Falque a destra e Berenguer aMe sinistra, con una sola punta.
    Farei recuperare completamente lollo e Ansaldi
    Belotti
    Bereng Falque
    Baselli

    Aina Meité
    Rincon
    Diji. N’Koulou Izzo
    Sirigu
    Li vedrei cosi per ora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ciccio76 - 2 settimane fa

    Credo che il quinto di centrocampo potrebbe essere PArigini , visto il buon stato di forma e l’abilità nel saltare l’uomo e nel crossare. Sinceramente un centrocampo con Aina e De Silvestri contro formazioni più deboli o come la ns. secondo me sono un eccesso di prudenza .FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 2 settimane fa

    Granata evidentemente se non li fa giocare un motivo ci sarà. Per ora l esborso economico é di 2 milioni tot quindi poca roba. Per soriano cé un prestito con obbligo raggiunto un certo numero di presenze. Per Zaza cé un prestito con diritto. Soriano é fuori forma come fa detto Mazzarri e Zaza é un doppione di Belotti e nessuno gioca con 2 centravanti. Siamo sicuri che Zaza sia stato chiesto da Mazzarri??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 2 settimane fa

      Bene, se Soriano è fuori forma come dici tu (ma sulla base di quali prove, visto che gioca pochissimo?) e Zaza è un doppione, allora la nostra campagna acquisti è in buona parte stata sbagliata. Ma c’è un problema più importante, come ho scritto. Perchè la vera domanda per ora senza risposta, è: chi ha deciso la campagna acquisti? Se la mano destra (società) non sa quello che vuole la mano sinistra (il tecnico) non si fa che gettare soldi dalla finestra (per Zaza c’ è l’ obbligo di riscatto, per Soriano pure se raggiunge un certo numero di presenze, e l’ esborso totale sarà di quasi 30 milioni di euro, per non parlare dei due contratti pesanti) senza ottenere grandi risultati. Sarebbe meglio che questa frattura venisse ricomposta e che Mazzarri adeguasse le sue convinzioni tattiche alla “rosa” che gli è stata messa a disposizione. Fra l’ altro è evidente che con questo modulo l’ attacco funziona poco (1 goal Iago Falque, 1 gol Zaza, due goal Belotti), mancana la potenza offensiva, mancano buoni rifornimenti. Insomma per ora la crescita, come scrive anche Tardy in altra pagina di questo sito, è stata di tenuta fisica e di impegno, ma la qualità negli ultimi 20 metri è ancora molto carente. D’ altronde, lo si legge qui, le statistiche lo confermano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. iugen - 2 settimane fa

    Avevo giusto scritto come commento a un altro articolo che manca qualità in campo. Come volevasi dimostrare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granata - 2 settimane fa

    Le statistiche non dicono tutto, ma certo indicano una tendenza. Con questi numeri si capisce anche perchè il nostro attacco ha le polveri bagnate. Mazzarri oltretutto insiste nel non far giocare due punte e ad escludere Zaza e Soriano dal suo undici base. Mi sembra che in questo modo riemi contro la società che ha ingaggiato i due con un notevole esborso economico. Qualcuno glielo vuol far notare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Oni - 2 settimane fa

    Se I cross li fa de silvestri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Insomma pochi cross e quei pochi sono fatti male. Anche questo spiega le difficoltà dell’attacco e in particolare di Belotti che fa del colpo di testa il suo pezzo forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy