Mercato Toro: inizio coi botti low cost, ma servirà utilizzare il tesoretto

Mercato Toro: inizio coi botti low cost, ma servirà utilizzare il tesoretto

Il Granata della Porta Accanto / Sistemata la difesa praticamente a zero euro, per il centrocampo serviranno innesti di qualità. Per fortuna le risorse non mancano

10 commenti

Bene, bravi, bis. Anzi tris, poker e via discorrendo… L’ingaggio di Sirigu è stato sicuramente il modo migliore di cominciare un mercato che finora è stato tanto ragionato quanto avaro di slanci. Il portiere sardo è pedina fondamentale per l’undici della prossima stagione ed il suo arrivo a costo zero, oltre che “pareggiare” in qualità e fama quello di Hart dell’anno passato, costituisce un piccolo capolavoro di opportunità ed opportunismo. Se nel Medioevo la gente per strada aspettava gli avanzi dei luculliani pranzi dei ricchi per sfamarsi, nel calcio moderno sta accadendo qualcosa di molto simile: ci sono una dozzina di ricchissime società europee che strapagano i propri giocatori, ma che spesso non sanno poi più che farsene se questi calano di rendimento o sono superati nelle gerarchie dai continui nuovi arrivi.

Il Torino di Cairo si sta specializzando nel “ripulire gli avanzi” di questi top club sfruttando esuberi e mal di pancia vari e portandosi a casa (magari anche solo temporaneamente) pezzi da novanta che fino a pochi anni fa si sarebbe a malapena sognato. È una tecnica discutibile ed anche poco dignitosa per certi versi, però sta dando qualche frutto e penso che sarà sfruttata finché ce ne saranno le condizioni per farlo. In questo senso, quindi, le voci su potenziali prestiti di Vermaelen o Rafinha dal Barcellona non sono che la conferma di questo nuovo filone battuto dal duo Cairo-Petrachi.

Italy Training Session And Press Conference

E il famoso tesoretto di circa trenta milioni derivante dagli incassi delle cessioni di Peres e Maksimovic? Integro e ben al sicuro nei forzieri di Via Magenta. Nemmeno l’arrivo molto probabile di Paletta lo scalfirà giacché per l’oriundo del Milan sarà sufficiente reinvestire la plusvalenza ottenuta con la cessione di Chiosa al Novara. D’altronde non lo prescrive il dottore di spendere e spandere a destra e a manca. Se si riescono a reperire sul mercato quegli elementi che servono per rinforzare la rosa, ben vengano. Senza dimenticarsi però due cose: una è che si è parlato l’anno scorso di Toro in Europa in due anni e questo sarebbe appunto l’anno in cui ciò dovrebbe avvenire e l’altra è che ci sono un paio di elementi indispensabili da comprare (un centrocampista tosto e tecnico, un difensore mancino ed un attaccante di “scorta”) per i quali non si può sbagliare e per i quali sarà difficile non spendere. Una società senza debiti e con i crediti succitati quale è il Toro non può esimersi dal consegnare al mister una rosa adeguata entro la fine di luglio.

Genoa CFC v US Citta di Palermo - Serie A

Gli obiettivi sportivi sono altrettanto importanti rispetto a quelli di sana e ragionevole gestione economica del club. Nessuno chiede spese folli, né che si strapaghino giocatori che non valgono i soldi delle proprie valutazioni (ad esempio 10 milioni per Castro), ma è inaccettabile che il Toro possa finire il mercato senza aver piazzato due o tre colpi di grande livello. I diciotto milioni vociferati per Simeone jr sono uno di quei colpi che avrebbero senso in quest’ottica. Fermo restando che io personalmente investirei pesantemente sul centrocampo dove,  dando per scontato che Baselli si confermi ai livelli di fine stagione, Acquah e Benassi sono due gregari in ottica da squadra da Europa League e pertanto è assolutamente necessario inserire un paio di giocatori che garantiscano qualità e personalità in dosi massicce.

Bene dunque l’inizio low cost del mercato del Toro. Ma per andare in Europa servirà aprire i cordoni della borsa: una borsa che per fortuna è bella piena…

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. blackmapan_264 - 5 mesi fa

    Athletic ti rispondo qua per mancanza di spazio. Che Benassi sia un esubero lo dite tu e questo giornalista stipendiato dal giornalaio che dovrebbe essere il presidente del Toro. Finché Benassi è stato in forma ha giocato, quando è scoppiato è andato in panchina come è accaduto ad altri nel Toro e tutti le squadre. Se poi si vuole vendere Benassi per fare cassa e dare la colpa a sinisa é un altro diacorso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Athletic - 5 mesi fa

    Con Ventura, Benassi sarebbe cresciuto come lo ha fatto Darmian, tanto per fare un esempio. Se è adesso Benassi è invece un esubero, è per via dei limiti del nostro attuale aspirante allenatore. Perché io non lo considero un allenatore fatto e finito. Opinione personale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blackmapan_534 - 5 mesi fa

      Con Ventura ha giocato 2 anni e non ha fatto progressi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 5 mesi fa

        Infatti hanno continuato a convocarlo in under 21, della quale era pure capitano, perché sono degli imbecilli. Ah no, magari sei che ci capisci poco.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. blackmapan_271 - 5 mesi fa

          Deciditi. Prima dici che con sinisa non è migliorato adesso dici che è migliorato. Fai pace con il cervello e prendi una decisione

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Athletic - 5 mesi fa

            Tu purtroppo pace non la puoi fare per mancanza di materia prima. Io non ho detto che con mihailovic non è cresciuto, ho detto che con lui è diventato un esubero, e visto che fai fatica ad arrivarci da solo, completo la frase aggiungendo che è un esubero perché non lo sa utilizzare.

            Mi piace Non mi piace
  3. vittoriogoli_468 - 5 mesi fa

    Benassi é un discreto giocatore certamente non un campione e non credo abbia grossi spazi di crescita : i limiti li ha abbondantemente evidenziati, raramente decisivo e spesso assente.
    Comunque per il Toro va benissimo,dipende dal modulo scelto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 5 mesi fa

    Benassi è un super gregario e ammesso che vada in nazionale,questo non basterebbe per escluderlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. alextattoli@libero.it - 5 mesi fa

    Benassi sarebbe un gregario? Nel giro di un anno sarà in orbita nazionale maggiore, ma noi diamoli pure 10 milioni al Chievo per Castro eh.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ddavide69 - 5 mesi fa

    Non ho parole

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy