Presentazione della 13a giornata

Presentazione della 13a giornata

di Nino Mancini

La tredicesima giornata presenta il piatto forte negli anticipi del sabato, con il derby d’Italia in notturna che torna a valere anche per la classifica, i bianconeri vanno a San Siro con una striscia di vittorie importante e il probabile rientro a tempo pieno di Camoranesi mentre Mourinho potrebbe schierare in avanti Ibrahimovic vicino a Cruz, spesso decisivo contro…

Commenta per primo!

di Nino Mancini

La tredicesima giornata presenta il piatto forte negli anticipi del sabato, con il derby d’Italia in notturna che torna a valere anche per la classifica, i bianconeri vanno a San Siro con una striscia di vittorie importante e il probabile rientro a tempo pieno di Camoranesi mentre Mourinho potrebbe schierare in avanti Ibrahimovic vicino a Cruz, spesso decisivo contro la Juve.

Nel pomeriggio apre il programma la sfida del Franchi, dove la Fiorentina ospita l’Udinese apparsa in calo nelle ultime due uscite, Marino ritrova la rosa al completo con il rientro di Di Natale mentre Quagliarella potrebbe partire dalla panchina, tra i viola impegnati martedì prossimo nella prova di appello in Champions i dubbi sono sulla fascia tra Semioli e Santana e al centro tra Donadel e Kuzmanovic.

Il programma domenicale vede diversi incontri di sicuro interesse, ad iniziare dall’Olimpico di Roma che vedrà sfidarsi due buone squadre rimaste a bocca asciutta nell’ultima giornata, la Lazio farà a meno del metronomo Ledesma squalificato mentre il Genoa ha tutti gli uomini migliori a disposizione; a Marassi la Sampdoria prova a recuperare ulteriore terreno in classifica ospitando il Catania, una delle formazioni più difficili da affrontare in questo momento, Mazzarri non potrà schierare Padalino mentre Zenga ha diverse maglie per le quali non ha ancora deciso.

Sfida giallorossa allo stadio del Mare a Lecce dove arriva la Roma galvanizzata dalla vittoria nel derby, Spalletti perde Perrotta fermato dal giudice sportivo ed in difesa il rientro di Cassetti potrebbe far rifiatare Panucci mentre Beretta sceglierà all’ultimo il partner di Tiribocchi in avanti tra Castillo e Cacia; il Napoli cerca pronto riscatto dopo la brutta sconfitta di Bergamo contro un Cagliari che dopo un avvio molto stentato ha ripreso fiducia nei suoi mezzi e ha ritrovato i gol di Acquafresca, che potrebbe partire dalla panchina per i problemi fisici che l’hanno costretto a disertare la convocazione nell’Under 21, Reja non potrà contare su Zalayeta squalificato.

Si gioca punti importanti il Chievo in casa contro il Siena, gli asini volanti nonostante le buone prestazioni con Juve e Milan non riescono a muovere la classifica anche se Di Carlo sembra aver portato qualche geometria in più mentre i toscani hanno ormai mandato a memoria gli schemi di Giampaolo e il punto dell’ultimo turno è bugiardo rispetto alle occasioni costruite contro il Bologna; felsinei che provano a risalire la china ricevendo il Palermo reduce da una sconfitta contro i campioni d’Italia ma con un primo tempo di assoluto livello, Ballardini deve fare a meno di Bovo e Balzaretti per squalifica mentre Mihajlovic ha l’intera rosa a disposizione.

Dopo la vittoria ad Udine la Reggina torna al Granillo per affrontare l’Atalanta, che è tornata sui livelli di inizio torneo nell’ultimo turno, Del Neri non potrà contare su Cigarini e potrebbe optare per una formazione meno spregiudicata con il solo Floccari in avanti e Doni in appoggio, mentre Orlandi si affiderà alla coppia fantasia Cozza – Brienza.

Chiude il posticipo di Torino dove i granata ospitano il Milan che nonostante l’ultima vittoria ha mostrato meno precisione in avanti, gli uomini di De Biasi sono reduci da risultati altalenanti nonostante un gioco migliore della scorsa stagione ma il minor tasso tecnico e qualche crepa nell’unità del gruppo non sono il miglior viatico per un incontro così delicato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy