Si riparte da De Biasi e Giampaolo

Si riparte da De Biasi e Giampaolo

Il turno infrasettimanale si gioca alle 15 per tutti tranne che per i campioni d’Italia, che affrontano a San Siro l’Udinese.

L’incontro di maggior interesse, e non solo perché scendono in campo i nostri colori, si gioca all’Olimpico di Torino, dove entrambe le squadre presentano allenatori nuovi rispetto all’ultima di campionato. Se per Cellino il ritorno di Giampaolo è stato forzato dall’evidente…

Commenta per primo!

Il turno infrasettimanale si gioca alle 15 per tutti tranne che per i campioni d’Italia, che affrontano a San Siro l’Udinese.

L’incontro di maggior interesse, e non solo perché scendono in campo i nostri colori, si gioca all’Olimpico di Torino, dove entrambe le squadre presentano allenatori nuovi rispetto all’ultima di campionato. Se per Cellino il ritorno di Giampaolo è stato forzato dall’evidente differenza di gioco e di risultati rispetto al successore Colomba che è durato appena due mesi, Cairo è tornato sui suoi passi a sorpresa, dopo aver assicurato la conferma di Zac almeno fino a mercoledì. E ora nessuno ha più alibi, ad iniziare dai giocatori concentrati più su siti e contratti che non sulle loro prestazioni.
Al Renzo Barbera arriva il Milan con una striscia positiva in zona Cesarini per alimentare la corsa ad un posto Champions, posto che il Palermo vuole difendere a tutti i costi grazie anche alla confortante prova di Bergamo, il periodo di appannamento sembra alle spalle.

La Samp arrabbiata per l’epilogo di San Siro riceve l’Atalanta in un match dal pronostico aperto, sono due squadre che non hanno nulla da perdere quindi disposte a provare a giocarsela; al Granillo invece lo spettacolo dovrebbe essere assicurato dall’arrivo della Fiorentina, reduce da quattro successi che l’hanno portata a ridosso del quarto posto, la Reggina vuole ripartire dopo il passo falso dell’Olimpico.

Derby toscano a Siena, dove il Livorno deluso dallo scialbo pareggio contro l’Ascoli se la dovrà vedere contro la squadra di Beretta, arrabbiata per la sconfitta subita a Messina nel recupero. Siciliani che vanno a far visita all’altra toscana, l’Empoli, fresco reduce dalla sconfitta di Firenze; gli uomini di Cagni sono apparsi giù di corda contro i cugini, la sfida ci dirà se è stato un passaggio a vuoto o qualcosa di più. Testa coda a Verona, dove arrivano i giallorossi di Spalletti con il caso Totti che tiene banco nonostante i tentativi della società di minimizzare; il ragazzo è nervoso, e in queste condizioni è un nocumento anche per i compagni, Del Neri dopo il brillante successo sul Toro cerca conferme sul piano del gioco, magari con il conforto del risultato. Scontro salvezza al Del Duca di Ascoli, dove il Parma galvanizzato dal pareggio in extremis di Udine cerca la continuità di risultati che condanni l’attuale fanalino di coda del torneo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy