Toro, fiammate vincenti contro il Chievo

Toro, fiammate vincenti contro il Chievo

L’editoriale di Gino Strippoli / I granata non belli ma cinici, conquistano i tre punti

1 Commento

L’importante è sempre vincere, e il Toro ha nuovamente vinto a fronte di una prestazione tutt’altro che divertente. Sono bastate due fiammate nel primo tempo di Iago Falque per domare un buon Chievo, molto ben organizzato, che ha saputo comunque impensierire la squadra granata. Come è successo contro il Crotone la squadra di Mihajlovic non è riuscita a esprimersi con un calcio arioso e divertente come in altre partite ma ha saputo imporre la propria qualità tecnica rispetto ai meno quotati avversari.

Il Toro non ha divertito ma ha giocato praticamente sempre in attacco e il computo dei calci d’angolo lo può testimoniare. Alla squadra granata è sembrata mancare quella freschezza vista altre volte ma tutti hanno combattuto bene: Belotti, sempre ben marcato da Dainelli, è riuscito a farsi veder poco ma ha combattuto come sempre ovvero con grande coraggio.; Valdifiori ha sempre giocato con sapiente regia senza far mancare il suo apporto come incontrista; le due magie di Iago Falque hanno messo a tacere gli avversari, il secondo gol è di impareggiabile bellezza; è piaciuta ancora una volta la prestazione di Barreca, davvero da Nazionale questo ragazzo senza paure e capace di affondare in attacco ma anche di saper difendere bene.

La fascia sinistra è stata dominata dall’accoppiata Barreca-Ljajic, ormai in piena sintonia, stesso dicasi per la corsia destra con Zappacosta e Falque che hanno raggiunto un’intesa quasi perfetta. Ottime le triangolazioni dei quattro ragazzi supportati bene da Baselli e Benassi. Non bisogna dimenticare l’entrata in campo di Boye che ha sfoderato le due progressioni con dribbling e tanta qualità. Grande offensiva alla ricerca del terzo gol nel secondo tempo, tante azioni, tante fiammate ed invece è arrivato il gol della formazione di Maran con testata sul primo palo di Inglese. Non è stata una partita facile proprio per l’ottima prestazione del Chievo che non si è mai arreso, nel finale qualche rischio per i granata in contropiede ma Castan e company alla fine sono usciti vincitori. É sempre un grande Toro.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gingipooh - 6 giorni fa

    Analisi perfetta: concordo in pieno su tutto. A chi di noi critica per il mancato gioco sopraffino, dico di rivedere le immagini dei bambini in festa sugli spalti, per il Toro che vince. E se Zappacosta avesse passato la palla a Ljajc nell’ultima azione d’attacco, sull’inevitabile conseguente 3-1 nessuno adesso avrebbe niente a che ridire. Maran compreso

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy