Longo, che Toro! E con un Gyasi cosí…

Longo, che Toro! E con un Gyasi cosí…

Una vittoria importante, ancorché amichevole, quella raccolta dalla Primavera del Torino oggi contro un’Inter decisamente attrezzata e dall’organico di livello. Sul terreno in erba naturale di Paderno Dugnano (e non sul sintetico di Interello, come originariamente previsto) i ragazzi…
Una vittoria importante, ancorché amichevole, quella raccolta dalla Primavera del Torino oggi contro un’Inter decisamente attrezzata e dall’organico di livello. Sul terreno in erba naturale di Paderno Dugnano (e non sul sintetico di Interello, come originariamente previsto) i ragazzi di Moreno Longo liquidano i nerazzurri in un tempo solo, portandosi avanti dopo soli 4′ grazie ad un gran goal del ghanese Emmanuel Gyasi, che si ripete al 20′ con una cavalcata degna, giusto per proporre un paragone granata, del Rosina dei bei vecchi tempi, e propizia l’ottima realizzazione di Aramu al 38′.
E’ il ghanese l’uomo simbolo di questa squadra, capitano cui Longo dedica la passerella finale con una sostituzione che consente al pubblico, compreso quello nerazzurro, di dedicarse uno scrosciante applauso ad un ragazzo che, anche stavolta, ha dimostrato le proprie enormi qualitá, pur mantenendo, e si vede, i piedi bene per terra.
Non solo Gyasi peró, questa é la vittoria di una squadra intera, che nel secondo tempo soffre contro un arbitraggio scandalosamente da “partitella della domenica”, tutto teso a far ottenere ai nerazzutri una rimonta che non arriverá, con tanto di rigore inesistente calciato alle stelle da capitan Tassi. Piú che positiva la prova di Aramu, sostituito per una botta all’inizio della seconda frazione, ed autore di un’altra rete eccellente. Bene anche l’ex Siena Benedini, che, in assenza di Pippo Scaglia, ormai sempre piú frequentemente in prima squadra, fa le prove da leader accanto a Ientile. Un plauso anche alla prova di sacrificio del brasiliano Pardini: nessun goal, ma un lavoro costante e faticoso per tenere alta la squadra: per ora siamo alle spallate ma, ne siamo sicuri, arriveranno anche le reti. Tutti promossi, bene cosí.

il nostro inviato a Paderno Dugnano (MB), Diego Fornero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy