Longo post Inter: ‘Serve umiltá per tutti’

Longo post Inter: ‘Serve umiltá per tutti’

Si presenta sereno ai nostri microfoni mister Moreno Longo, tecnico della Primavera granata, dopo la sconfitta maturata contro l’Inter al Memorial Mamma Cairo: ‘Dispiace soprattutto per il blasone degli avversari e per l’importanza della manifestazione, peccato aver…
di Diego Fornero, @diegofornero
Si presenta sereno ai nostri microfoni mister Moreno Longo, tecnico della Primavera granata, dopo la sconfitta maturata contro l’Inter al Memorial Mamma Cairo: ‘Dispiace soprattutto per il blasone degli avversari e per l’importanza della manifestazione, peccato aver perso anche oggi ma posso dire che rispetto a ieri si è vista sicuramente una partita molto diversa, interpretata sotto un altro spirito, con un’altra mentalità. E’ vero che ci si giocava il terzo posto, ma ho visto finalmente una squadra che ha provato a fare la partita, creando decisamente più dell’Inter, mettendo 4 o 5 volte l’uomo davanti al portiere in maniera abbastanza clamorosa e sue due episodi, un tiro rimpallato ed una respinta su punizione sono riusciti a farci goal. Per il resto, a parte una parata di Saracco, non hanno avuto altre grandi occasioni: insomma siamo stati penalizzati un po’ nel risultato ma non nella prestazione’.

Longo commenta poi la prestazione di Simone Rosso, oggi fra i migliori tra i granata: ‘Rosso è un giocatore che, se manterrà i piedi ben saldi a terra e continuerà a lavorare sodo, potrà diventare un giocatore importante perché ha qualità. E’ di dicembre ’95, è quasi un ’96, calcia di destro e sinistro, ha un ottimo dribbling, vede bene la porta… non oggi (ride, n.d.r) però è un talento di grande prospettiva’.

Il tecnico granata affronta poi il tema della sterilità offensiva dei suoi: ‘Effettivamente anche ieri con il Milan, rivedendo la partita, ci siamo accorti che il Milan ci ha segnato 4 goal su 4 nostri regali. Le nostre sono state occasioni da goal su manovra ma non siamo stati capaci di concretizzarle, in questo momento mi preoccupo del gioco, poi sono sicuro che arriveranno anche i goal’.

Sull’inserimento dei nuovi, in particolare di Rosa Gastaldo, Longo è chiarissimo: ‘Rosa Gastaldo effettivamente è ancora un po’ fuori condizione, ma è il giocatore giusto per questo mio centrocampo, mi aspettavo facesse più fatica invece ho visto un ottimo giocatore. Può prendere in mano il nostro centrocampo, ma è importante che resti umile e concentrato, così come tutti i compagni. Da ognuno di loro voglio buona volontà e spirito di abnegazione, sono caratteristiche che voglio in ogni giocatore della mia rosa’.

E se ieri Longo accusava i suoi ragazzi di presunzione, oggi cambia registro: ‘Oggi decisamente meglio, i ragazzi devono capire che importanza ha la maglia che indossano, chi lo capisce va avanti e si porta già a metà dell’opera, chi non lo capisce… semplicemente, sta fuori’.

il nostro inviato a Quattordio (AL), Diego Fornero

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy