Primavera, ecco i convocati

Primavera, ecco i convocati

di Ivana Crocifisso

 

Fra due giorni la formazione Primavera, agli ordini di Antonino Asta, partirà alla volta di Cantalupa, luogo in cui si svolgerà il ritiro.Come già anticipato ieri, sono 30 i giocatori convocati. Al termine del ritiro ci sarà, com’è ovvio che sia, una scrematura della rosa. Ecco l’elenco dei convocati:

PORTIERI:…

di Redazione Toro News

di Ivana Crocifisso

 

Fra due giorni la formazione Primavera, agli ordini di Antonino Asta, partirà alla volta di Cantalupa, luogo in cui si svolgerà il ritiro.Come già anticipato ieri, sono 30 i giocatori convocati. Al termine del ritiro ci sarà, com’è ovvio che sia, una scrematura della rosa. Ecco l’elenco dei convocati:

PORTIERI: Brusa (’92), Gomis A (’93), Polimene (’92).

DIFENSORI: Chiosa (’93), Fiore (’93), Franchino (’91), Isoardi (’93), Mitrovic (’92), Sperotto (’92), Sampò (’93), Sandrone (’92), Scaglia (’92).

CENTROCAMPISTI: Diarra (’93), Gentile (‘93), Giunta (’92), Ippolito (’92), Milani (’93) , Panepinto (’92).

ATTACCANTI: Arciello (’93), Akassou (’93), Bosco (’93), Bottone (’92), Comi (’92), D’Alessandro (‘93), Ferrante (‘93), Miello (’92), Pinelli (’92), Taraschi (’91), Trigiani (’92), Vita (‘93).

Come già detto gli unici veterani rimasti in rosa sono i ’91 Gabriele Franchino e Pierpaolo Taraschi. Entrambi al terzo anno di Primavera, avranno anche il compito di trasmettere la loro esperienza ai nuovi arrivati. Non saranno i soli, perché la squadra di Asta potrà contare sull’importante apporto dei ’92. Se lo scorso anno la Primavera partiva con l’handicap relativo alla giovane età, quest’anno potrà invece contare su un’intelaiatura che garantirà al tecnico un’importante base di partenza.

Tra i pali la novità è Polimene, in arrivo dalla Berretti della Juventus, Brusa è confermato mentre Alfred Gomis arriva direttamente dagli Allievi.

Il pacchetto arretrato potrà contare sull’esperienza di Pippo Scaglia: in coppia con lui al centro della difesa c’è più di un’alternativa. Il neoarrivato Mitrovic, ma anche Chiosa o Fiore, che bene hanno fatto nel corso dell’ultimo campionato Allievi. Stavolta Antonino Asta, rispetto allo scorso anno, avrà la possibilità di inserire gradualmente i più ‘piccoli’ della rosa, senza alcuna fretta.

In mezzo al campo la novità è Antonio Gentile, classe ’93, proveniente dal Manfredonia: è un mancino, di qualità e di prospettiva, assicura chi lo conosce bene. Il giocatore va ad aggiungersi ad un’altra scommessa granata, Diarra, arrivato a gennaio ma solo adesso disponibile a causa di problemi legati al tesseramento.

Il reparto offensivo non ha quasi bisogno di presentazioni, ad eccezione degli altri due ex Manfredonia. Si tratta di Trigiani, ’92, esterno offensivo che in un primo momento sembrava destinato all’Ascoli ma che è riuscito ad arrivare in granata a costo zero. L’altro è Ferrante, ’93, un mancino, anch’egli esterno: il giocatore ha già esordito in Lega Pro ed è anche andato in gol. Oltre a loro ci si aspetta una grande stagione da Pierpaolo Taraschi e Gianmario Comi, e c’è curiosità per un altro neo arrivato, Gabriele Pinelli, prima punta di peso, forte di testa, che in una squadra con esterni di qualità come quella granata non potrà che trovarsi bene.

L’unico appunto che si può fare a questa squadra, pur cresciuta, pur con un po’ di esperienza in più, è l’assenza di due o tre veri fuoriclasse. In un momento, come quello attuale, in cui l’Inter (per citarne una) arruola in Primavera giocatori come Benedetti e Coutinho, viene da chiedersi se Cofie o Stevanovic potranno, al di là degli impegni con la Prima squadra, essere l’arma in più della Primavera granata. E chissà che Asta non ci abbia già fatto un pensierino. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy