Coppa Italia, la Primavera emoziona: per il ritorno Marcos e Michelotti armi in più

Coppa Italia, la Primavera emoziona: per il ritorno Marcos e Michelotti armi in più

L’approfondimento / La retroguardia granata ha faticato a tenere testa all’Atalanta: ora un mese per inserire i due acquisti

di Alberto Giulini, @albigiulini

È stata una partita ricca di emozioni e di ribaltamenti di fronte quella andata in scena ieri a Zingonia, dove le formazioni Primavera di Atalanta e Torino si sono sfidate nella gara d’andata delle semifinali di Coppa Italia. Ad avere la meglio sono stati i bergamaschi, ma il 4-3 finale permette ai granata di essere ancora pienamente in corsa. La squadra di Coppitelli ha confermato di avere ancora una volta grandi risorse mentali e tecniche: in una partita che sembrava ormai compromessa, il Toro ha avuto la forza di reagire e alla fine c’è stato persino rammarico per avere perso.

DIFFICOLTÀ DIFENSIVE – Bisognerà attendere fino al 6 marzo, per la gara di ritorno che si giocherà tra le mura amiche del Filadelfia. Un mese a disposizione, dunque, in cui fare tesoro di ciò che ieri ha funzionato ed andare a correggere quella fase difensiva che ieri è parsa in grave difficoltà. Specialmente nel primo tempo, infatti, l’Atalanta è riuscita a sfondare sulle corsie esterne (specialmente sulla sinistra granata) senza trovare l’opposizione della retroguardia del Torino. Solamente un Gemello in stato di grazia, nella prima frazione, ha impedito agli orobici di ipotecare la finale con largo anticipo.

Primavera / Atalanta-Torino 4-3, Coppitelli: “Una chance sprecata. Come l’anno scorso”

RINFORZI DAL MERCATO – In vista della gara di ritorno andranno valutate le condizioni di Filippo Gilli, che ieri ha lasciato il campo anzitempo per un problema ai flessori. Sarebbe una defezione importante: il terzino destro è una vera certezza per la formazione di Coppitelli. Simone Ambrogio, invece, è parso in grande difficoltà nel ruolo (non suo) di terzino sinistro: dal quelle, infatti, sono arrivati i primi due gol orobici. In vista della gara di ritorno, considerato il mese di tempo a disposizione, Coppitelli – oltre a puntare sul recupero di Gilli – certamente lavorerà per inserire i nuovi arrivati Alejandro Marcos (difensore centrale) e Ivan Michelotti (terzino sinistro) per andare a correggere una fase difensiva che ieri ha palesato grandi difficoltà. Tutto è ancora aperto: il Toro ha dimostrato di potersela giocare alla pari.

 

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prometeora - 2 mesi fa

    Michelotti con 5 presenze nel Chievo primavera non credo sia così forte da togliere la maglia a qualcuno.E’ comunque un 2001(titolare forse per il prossimo anno dove molti lasceranno la categoria). Discorso diverso per Marcos centrale di 1.90 impiegabile come terzino destro ma forse anche a sinistra (proprio dove non abbiamo un titolare fisso). Ambrogio e Enrici d’ altronde anche loro non nascono terzini ma centrali di difesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. tric - 2 mesi fa

    A me piace più Enrici a sinistra che non Ambrogio. Coppitelli l’ha messo a destra al posto di Gilli e, spaesato, si è fatto saltare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy