Primavera, Juventus-Torino 0-2: con Millico e Onisa il derby è granata!

Primavera, Juventus-Torino 0-2: con Millico e Onisa il derby è granata!

Giovanili / Partita tatticamente imprescindibile: i granata si prendono il derby in casa della Juve

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Finisce la stracittadina tra Juventus e Toro, con i granata che vincono il derby in casa dei bianconeri. Una partita importante sia per il morale che per la classifica. I granata non concedono pressoché nulla e sfiorano più volte il gol del 3-0. E alla fine possono festeggiare un’esaltante vittoria: la terza consecutiva sul campo “Ale e Ricky” tra campionato e Coppa.

Il derby tra Torino e Juventus, disputato a Vinovo in casa bianconera, è cominciato con un gioco da entrambe le parti molto intenso, soprattutto a centrocampo. A spezzare il ritmo, dopo 3 minuti, è stato un intervento molto energico di Kone che ha avuto la peggio, dovendo ricorrere alle cure mediche. La prima occasione del match è capitata sui piedi del più atteso, Vincenzo Millico: schema da calcio d’angolo, l’attaccante è andato per colpire di prima intenzione, ma il suo tiro non è stato abbastanza preciso, spegnendosi nella mischia.

I primi 10 minuti sono stati maggiormente di studio per le due squadre, che hanno provato i primi schemi per stanare l’avversario: molto attente le due difese, che non hanno lasciato passare quasi nulla. Petrungaro, al quattordicesimo minuto ha provato ad accendere il match con una delle sue fiammate, ma la retroguardia bianconera ha fatto un buon lavoro nel ripiegamento. Ma quattro minuti più tardi il Torino ha trovato il vantaggio ancora con il suo numero 11, Millico, che ha sfruttato alla perfezione un lancio dalle retrovie di De Angelis, involandosi verso la porta. Saltato di netto il difensore nell’1 contro 1, Millico ha sfoderato il suo destro a giro, non lasciando scampo al portiere Loria.

_MG_9998

Al 25′ il primo brivido per il Toro: uscita fuori tempo di Gemello, che colpisce Ferigra: la Juve prova ad approfittarne ma Marcos è molto attento e riesce a chiudere una situazione spinosa. Due minuti più tardi è proprio il Torino a far preoccupare i bianconeri: lancio d’esterno delicato di Petrungaro per Rauti che, chiuso da due difensori, libera Millico per il tiro. La conclusione del numero 11 è stata potente, ma imprecisa e si è spenta sopra la traversa. Bella l’azione di Petrungaro al 33′, con un destro morbido che costringe Loria ad un super intervento.

A 10 minuti dalla fine della prima frazione, sui piedi di Rauti è arrivata la palla del potenziale raddoppio: contropiede orchestrato da Millico e Petrungaro: quest’ultimo ha visto la discesa di Rauti, che ha caricato il destro, non inquadrando la porta.

Il secondo tempo è Nicolussi, nella Juventus, a provare a scuotere i suoi: lancio lungo per il suo mancino, che però è impreciso. Al 13′ minuto, in una seconda frazione poco emozionante, è ancora Gemello a rischiare molto, con un’uscita sbagliata. La Juventus non ha punito i granata, che hanno rischiato il raddoppio qualche secondo dopo con Millico: il numero 11 granata arriva alla conclusione, ma Loria mette in angolo. Dal corner Onisa sfrutta una situazione di confusione in area e segna il meritato gol del 2-0 per il Toro.

_MG_0050

Dopo il raddoppio granata è arrivata una piccola reazione d’orgoglio dei bianconeri, che hanno alzato il pressing senza però riuscire a creare qualcosa di concreto: anzi, grazie ai contropiedi, è stato il Toro a sfiorare il raddoppio due volte, prima con Rauti e poi con Adopo al 27′. Pochi secondi dopo anche Petrungaro sfiora il gol, dopo un assist al bacio d’esterno di Millico.

Ad un quarto d’ora dalla fine Coppitelli ha pensato di voler fare un cambio drastico: fuori l’autore del primo gol Vincenzo Millico e dentro Murati, per chiudere ancora di più gli spazi ai bianconeri. Al 33′ della ripresa è ancora Rauti ad avere la chance di segnare il 3-0, concludendo centralmente da posizione favorevole. Il match è terminato così, con il Torino trionfante per 2-0 e con altri tre punti in tasca.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. da sempre Toro - 1 mese fa

    Abbiamo una Primavera all’altezza degli obiettivi! Manca invece un allenatore della prima squadra che lanci i nostri giovani in Serie A. Cairo, ci pensi tu?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco59 - 1 mese fa

    Impara Mazzarri, nullità di allenatore che porta via il Bomber alla Primavera, facendola retrocedere al terzo posto da prima che era, per poi fargli scaldare la panca e guardare le amebe della prima squadra giocare.

    Nano mandrogno,petracchio,mazzarri & aziendalisti lacchè e variegati, ANDATE FUORI DAI COGLIONI…!!!

    COPPITELLI E LA PRIMAVERA SONO IL TORO. E BASTA…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Conterosso - 1 mese fa

    Sarà una magra consolazione, ma per fortuna ci sono questi ragazzi a farci dimenticare le caxxate di Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Gioire senza denigrare un tesserato granata è troppo difficile!!!
      Prova a scrivere giuve merda vedrai è liberatorio!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. G K 72 - 1 mese fa

    Bravi ragazzi!
    Complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14134673 - 1 mese fa

    GOBBI DI MERDA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14036712 - 1 mese fa

    Grandi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy