Primavera / Le pagelle di Torino – Spezia: Rosso e Thiao sono sempre imprescindibili

Primavera / Le pagelle di Torino – Spezia: Rosso e Thiao sono sempre imprescindibili

Primavera, Torino – Spezia 1-1 / Bene la difesa, punita sull’unica disattenzione. Lescano, giornata no. Zenuni titolare non sfigura

 

 

Ecco le nostre pagelle ai granata per la partita di quest’oggi contro lo Spezia, terminata con un pari che tiene apertissimi tutti i giochi in ottica secondo posto finale. I granata hanno disputata una prova arcigna ma piuttosto povera di qualità, difendendosi con ordine ma pungendo poco, soprattutto nel secondo tempo, e il pari è il risultato più giusto. Il migliore è certamente Simone Rosso, autore del gol del vantaggio. Maluccio Lescano, Montefalcone dà tutto, Morra parte bene ma cala alla distanza.

 

ZACCAGNO 6: deve fare pochissimo, a dire il vero: quasi nessuna parata vera fino al gol preso. La deviazione di Ceccaroni era letale e poteva fare poco.

 

MONTEFALCONE 6: non giocava titolare da diverso tempo, oggi rema con fatica ma tutto sommato regge contro Vignali, temibilissima mezzala sinistra dei liguri. Esce stremato (st 28′ DALMASSO 6: non va troppo in difficoltà nel convulso finale nel ruolo, per lui non naturale, di terzino destro)

 

BONIFAZI 6,5: bene il centrale ex Siena, che torna titolare e disputa una prova sicura e senza fronzoli. Sta tornando quello di inizio anno.

 

MANTOVANI 6,5: uno dei giocatori più in crescita. Il piccolo Glik (per l’abilità sulle palle inattive nell’area avversaria) gioca bene e limita Miocchi. Per la verità, certamente non gli sarà dispiaciuta l’assenza di Umar Sadiq…

 

TROIANI 5,5: schierato insolitamente a sinistra va un po’ in difficoltà contro la scheggia Ardellahi. Reduce dalle fatiche con la Nazionale Under 19, non è comprensibilmente brillantissimo: quest’anno ci ha abituato a sortite offensive che oggi si sono viste in misura molto minore

 

THIAO 6,5: calamita la solita quantità di palloni, deve remare con più intensità del solito avendo al suo fianco un regista puro. Solo lui al momento può dare questo equilibrio alla squadra.

 

DANZA 5,5: la sua condizione fisica migliora visibilmente. Dà una gran mano dietro e nel secondo tempo si piazza davanti alla difesa, un po’ come faceva Comentale lo scorso anno. Però da lui ci si attende un contributo maggiore in termini di qualità. Ci prova più volte da calcio piazzato: da rivedere le sue conclusioni.

 

ZENUNI 6: non male, per un ragazzo arrivato da poco nel gruppo dalla Berretti, giocare su questi livelli. Non ci si può aspettare da lui subito le giocate che risolvono le partite, ma c’è e si fa sentire. Spinge poco nella ripresa, concentrandosi di più nel dare manforte a Montefalcone.

 

MORRA 6: parte molto bene, caricato a pallettoni dalla fascia di capitano. Guida tutte le manovre offensive della squadra, che per la verità oggi non sono così corpose. Palloni giocabili in area di rigore: zero. Cala un po’ alla distanza

 

LESCANO 5: oggi ne azzecca poche. Dà il solito contributo dal punto di vista fisico ma incappa in una giornata poco brillante quando ha il pallone tra i piedi. Esce arrabbiato con sé stesso al 15′ della ripresa, ma la sua annata resta oltre le aspettative. (15′ st PROIA 6: entra per rinforzare un centrocampo che stava andando in difficoltà. Ci riesce tutto sommato bene, creando densità nella zona centrale del campo)

 

ROSSO 7: gol importantissimo e tanti altri spunti buoni in velocità, a cui ci ha abituati quest’anno. E’ lui il giocatore più pericoloso e l’unica, vera fonte di pericoli della squadra. Chiaro, non può vincere le partite da solo, ma è pronto a spiccare il volo a fine anno, quando cercherà il salto nel professionismo. Esce per un acciacco (st 39′ EDERA ng: troppo pochi minuti a disposizione per mettersi in mostra. Fresco di firma sul primo contratto da professionista, dovrà salire in cattedra nelle ultime cinque, importantissime partite della Regular Season).

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy