Primavera / Sampdoria-Torino 4-1, Coppitelli: “Il nostro un buon percorso”

Primavera / Sampdoria-Torino 4-1, Coppitelli: “Il nostro un buon percorso”

Post-partita / L’allenatore granata: “Non ho niente da rimproverare ai ragazzi. La Sampdoria è fortissima”

2 commenti

Al termine del match tra Sampdoria e Torino Federico Coppitelli commenta il mancato accesso della sua squadra alla Final Eight: “Quando una partita finisce come quella di oggi un grande rammarico non ci può essere. La squadra ha dato tutto e la Sampdoria è fortissima. Il match di oggi è stato deciso dagli episodi. L’unico rammarico è che si è infortunato un ragazzo ed abbiamo sbagliato un rigore, altrimenti ce la saremmo potuti giocare sino alla fine: siamo stati sfortunati. I ragazzi hanno fatto una prova di cui essere orgogliosi, di carattere anche se sappiamo di avere i nostri pregi e difetti. D’Alena doveva battere i rigori? Lui è il rigorista ma era stremato ed è per questo che si è presentato Rivoira, era destino che andasse così. Io di questa stagione sono molto contento, il nostro percorso è stato sempre di miglioramento. Prossimo anno di nuovo in granata? Ci penseremo da domani”

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. al_aksa_443 - 5 mesi fa

    Secondo me Coppitelli è bravissimo. La verità è che il tasso tecnico della squadra è basso, il giocatore più talentuoso (ma incostante) è un fuoriquota (Berardi).
    Bava sicuramente ha fatto dei colpi interessantissimi in passato, per esempio grazie al fallimento del Padova (Zaccagno, Tobaldo, Oukhadda) e del Parma, ma sembra che compri tanto al chilo e non perchè i giocatori siano validi. Insomma, ci prova, infatti diversi sono giocatori presi in prestito e, avolte, rispediti al mittente nel giro di un mese, altri panchinati a vita in attesa del fine prestito. Si fa la Berretti (solo noi, Inter e da quest’anno Sassuolo tra le squadre di serie A) solo per far giocare giocatori scarsi nella speranza si mettano in luce per la primavera.
    Coppitelli ha sperimentato, cercato equilibri tattici, persino pescato dalla U17, cosa che Longo non faceva MAI. Ma il materiale è questo, serve qualità (e quindi un minimo di budget, ma con Cairo…). Se non si può spendere, perlomeno non si compri a caso e si valorizzi chi viene dall under 17!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. paolino - 5 mesi fa

    Squadra e probabilmente tecnico non all’altezza degli ultimi anni… Per il Torino il settore giovanile ed in particolare la Primavera sono FONDAMENTALI!!!
    1.La Sampdoria aveva giocatori inferiori d’età e fisicamente ma erano molto più propositivi e ci credevano molto di più (problema di carattere…).
    2. In coppa Italia il Toro aveva vinto 4-0 oggi ha perso, sì ai supplementari ma Cucchietti aveva fatto 2 miracoli nel secondo tempo ed hanno anche annullato 2 gol alla Samp (giustamente….): la squadra di Pedone è cresciuta MOLTO di più della nostra (grosso problema tecnico…)
    3. Durante la partita Pedone diceva semplicemente: state calmi e fate quello che avete sempre fatto in allenamento…(poche parole e concetti semplici quando la mente è sotto sforzo cosa determinante anche in serie A…); il nostro incitava in termini di volontà e coraggio con un assetto tattico cambiato in corso d’opera e giocatore neo-entrato sostituito… ci sta tutto ma un plauso ai tecnici avversari, una volta i migliori erano i nostri…)
    4. sono stati presi dei giocatori in inverno per rafforzare la Primavera… Ma questo grande colpo Remacle? Intervistato da fenomeno anche a Toro Channel….

    Posto e considerato che i gruppi si creano e dalle leve minore giungono segnali molto buoni, e che è giustissimo compare giocatori per la Primavera (meglio a Luglio ma è comunque giusto), si deve valutare il percorso della squadra che non è molto cresciuta, non ha carattere e non ha ottenuto un minimo risultato che Asta e Longo ottenevano anche senza avere a volte la squadra da primi posti…

    Detto questo si può dare altri appelli, ma va valutata molto di più e da tutti la crescita tecnica del gruppo e l’affiorare di giocatori da far diventare professionisti, capitale del Toro e possibilmente da far debuttare e giocare stabilmente nel Toro!!!
    Vedi negli ultimi anni: Vita, Chiosa, Cinaglia, Aramu, Diop, Gyasi, Fissore, Barreca, Zaccagno, Graziano, Parodi, Procopio, Morra, Rosso, Bonifazi, Parigini… Alcuni saranno sempre in B o in C forse, altri sono già pronti….

    Anno da rivedere ma da riprogettare per bene in tutti i sensi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy