Primavera / Torino-Lazio 3-1, Coppitelli: “La prestazione c’è stata. Deluso da Ferigra”

Primavera / Torino-Lazio 3-1, Coppitelli: “La prestazione c’è stata. Deluso da Ferigra”

Giovanili / Le parole del tecnico granata al termine della partita del Filadelfia

Ha parlato al termine della partita della sua Primavera con la Lazio Federico Coppitelli, tecnico del Torino. Ecco le sue parole: “Rauti ha fatto una prestazione importante. Il nostro gol viene da un momento di pressione. Ho visto una partita in cui abbiamo fatto nel primo quarto d’ora errori tecnici e tattici, ma penso che avevamo davanti una squadra forte. Nel complesso siamo andati più vicini al quarto che loro al secondo. Non siamo mai riusciti a sostituire De Angelis nella manovra in queste partite, ho pensato di mettere Rauti davanti abbassando Kone. Inizialmente è mancata qualche giocata sicura – come il passaggio alle due punte – il risultato poi ci ha aiutato a fare meglio. Loro concedono poco. Gli episodi non ci hanno girato male, ma abbiamo fatto la prestazione”.

Ancora Coppitelli: “Sono deluso dalla reazione di Ferigra che gli è costato il rosso, è una cosa che non appartiene alla mentalità del gruppo. Bene Rauti, soprattutto, sapevo che era in grande forma, sono partito da lui per fare il 4-3-3 e gli do grandi meriti. La classifica? Abbiamo 22 punti, sicuramente i punti della partita da recuperare con la Roma possono essere pesanti. Abbiamo lasciato punti per strada, ma sono soddisfatto di questo girone d’andata. Mancano i 3 punti contro il Verona, tutto si gioca in poco spazio”.

Coppitelli infine: “Per l’anno nuovo non voglio niente di diverso, stiamo facendo bene. Dobbiamo continuare così, non dobbiamo fare in modo che le cose positive che facciamo ci distraggono. Noi non ci dobbiamo rimprovereare niente ogni volta che usciamo dal campo. Ferigra ha qualcosa da rimproverarsi, intaccherà anche le partite successive: se oggi prendiamo gol dopo che lui si fa buttare fuori, non si sa come può finire la partita. Tuttavia dall’altro lato è un errore di un ragazzo che può starci. Noi siamo una squadra non profondissima, qualcuno andrà via. In base a cosa riusciremo a inserire vedremo per il futuro. Se ho sentito Mazzarri? No, lui è arrivato da poco e non ho ancora avuto modo. Spero, anzi sono sicuro che ci sarà un bel rapporto, com’è stato con Sinisa da quando sono qui”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy