Primavera / Torino-Spezia, Longo: “Non demorderemo. Il mercato? Magari arriva ancora qualcosa…”

Primavera / Torino-Spezia, Longo: “Non demorderemo. Il mercato? Magari arriva ancora qualcosa…”

Postpartita / Le parole del tecnico granata: “Abbiamo reagito bene dopo il goal preso. Da Obi non potevamo attenderci molto”

Longo, Primavera, Torino-Genoa

Al termine di Torino-Spezia Primavera, dai cronisti presenti arriva Moreno Longo, il tecnico del Torino Primavera, che commenta così quanto andato in scena al “Don Mosso”:

“Questo è il Toro che voglio vedere. Una partita post derby è sempre complicata perché ti fa spendere energie particolari. Nonostante questo, la squadra ha dimostrato di non demordere, riprendendo il filo conduttore vincendo una partita importante, che permette di tenere lo Spezia a sei punti di distanza”.

“Sono molto contento per i ragazzi che non giocavano da un po’. Gestisco un gruppo nel quale i giocatori si devono guadagnare un posto in settimana. Ho visto alcuni titolari in fase calante e quindi ho deciso di dare spazi ad alcuni elementi che non giocavano da un po’. Il cambio modulo? Con l’arrivo dei nuovi possiamo vagliare qualche altro modo di giocare, ma aldilà dei numeri voglio sempre una squadra che disputi le partite in un certo modo, seguendo certi principi, che ci devono accompagnare da qui alla fine”.

Mancano due giorni alla fine del calciomercato: “Il mercato? Mi aspetto sempre che la rosa possa essere migliorata. Bava sta lavorando, se avrà ancora l’opportunità di fare qualcosa in questi due giorni che mancano sicuramente lo farà. Ma noi non dobbiamo porci il problema e fare il massimo con i giocatori a disposizione. Friedenlieb? Siamo fiduciosi per il suo tesseramento. Sappiamo che la burocrazia in questi casi è un ostacolo, D’Ambrosio e Longo stanno facendo il massimo. Il ragazzo si sta allenando con noi e pensiamo che tra un paio di settimane penso che potrà giocare con noi”.

“Obi? Non credo che potessimo aspettarci molto, quest’anno ha giocato solo una manciata di minuti, purtroppo ha spesso avuto problemi fisici. Ora deve pensare ad allenarsi con continuità per entrare nelle rotazioni di Ventura. Oggi era già stabilito che sarebbe stato sostituito”.

Longo continua: “Il tridente Tobaldo-Edera-Candellone come nuovo attacco titolare? Ammetto che hanno fatto molto bene, giocando bene tra di loro senza perdersi in giocate estemporanee. Le loro giocate, che provano sempre in allenamento, oggi hanno dato i frutti sperati. Ma ci sono anche Compagno, Tassi e Traore: loro settimanalmente dovranno dimostrarmi di stare bene e partita per partita deciderò chi gioca”.

Ancora sul mercato: “Quest’anno abbiamo avuto l’handicap di non avere un centrale mancino: Auriletto è un classe 1998 che ha fatto benissimo e siamo contentissimi di lui, Benedetti è un altro destro, Santomauro è un elemento più da difesa a tre. C’è anche Morello, un ottimo ragazzo che però è stato frenato da problemi fisici; inoltre, lo abbiamo impostato da terzino sinistro. Ci servirebbe un centrale mancino che, da quel lato, imposti l’azione col suo piede preferito”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy