Torino: domani alla Viareggio Cup c’è l’Atalanta!

Torino: domani alla Viareggio Cup c’è l’Atalanta!

Viareggio Cup/ Domani Torino-Atalanta, ci si gioca l’accesso ai quarti di finale

Vigilia di un altro grande giorno per la Primavera del Toro guidata da Moreno Longo, che domani pomeriggio alle 17.30 sfiderà l’Atalanta per l’ingresso tra le migliori otto della Viareggio Cup (la partita sarà trasmessa in diretta su Rai Sport 1).

UNA CLASSICA DEL CALCIO GIOVANILE – Si giocherà a San Giuliano Terme, sullo stesso terreno dove sabato i granata hanno pareggiato per 1-1 contro la Rappresentativa della Serie D, ottenendo così aritmeticamente la vittoria del girone. Si tratta certamente di una grande classica del calcio giovanile italiano con due importanti settori giovanili che si confrontano. Alla guida di quello bergamasco c’è Mino Faveri, uno dei guru del calcio del nostro paese. Non a caso il vivaio dell’Atalanta ha continuato negli anni a sfornare giocatori importanti che riescono ad affermarsi nel calcio professionistico. Anche i granata però non sono da meno: il Torino infatti è la squadra che può vantare il maggior numero di titoli nazionali Primavera vinti, ben 8. Inoltre lo scorso anno i granata sono arrivati proprio con la squadra Primavera a giocarsi nuovamente lo scudetto contro il Chievo Verona, cedendo soltanto ai calci di rigore. Insomma si tratta di una partita attesissima nel panorama giovanile italiano.

IL PRECEDENTE – Il precedente che più salta alla memoria tra le due squadre è quello dello scorso anno, quando piemontesi e lombardi si sfidarono nei quarti di finale della Final Eight del Campionato Primavera. Era il 4 giugno 2014 e al termine di una partita esaltante scandita da mille emozioni e ribaltamenti di fronte il Torino riuscì ad imporsi per 3-2, dopo essersi trovato in svantaggio prima per 1-0 e poi per 2-1. Le reti di Ientile e Gyasi negli ultimi 10 minuti regalarono però ai granata la gioia del passaggio del turno.

L’ANDAMENTO SINO A QUI – A questo Torneo di Viareggio invece, se il Toro ha vinto in maniera abbastanza agevole il suo girone, decisamente più complesso è stato il passaggio agli ottavi di finale per i bergamaschi. I ragazzi di Valter Bonacina infatti hanno terminato il loro gruppo con 6 punti, appaiati a Bruges e Bari, riuscendo a qualificarsi come secondi del proprio raggruppamento solo grazie alla seconda miglior differenza reti tra le tre contendenti. Fin qui i granata hanno dato prova di grande solidità, segnando quattro reti e soprattutto subendone solo una, allo scadere dell’ultima partita. Meglio ha fatto soltanto l’Hellas Verona, la cui porta è ancora inviolata. Cinque invece i gol segnati dai lombardi, di cui però ben tre sono arrivati nell’ultima giornata contro il Vicenza, unica squadra, assieme agli indonesiani del Pro Duta, ad aver concluso il torneo senza aver segnato neanche una rete. Per il Torino quindi pensare ad una vittoria contro gli orobici ed al conseguente passaggio del turno è tutt’altro che utopia; in caso di esito positivo della sfida di domani pomeriggio i ragazzi di Longo sfiderebbero giovedì 12 la vincente dell’incontro tra Roma e Palermo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy