Torino, parla Bava: “Fieri del lavoro svolto, Moreno Longo un valore aggiunto”

Torino, parla Bava: “Fieri del lavoro svolto, Moreno Longo un valore aggiunto”

Giovanili / Il responsabile del settore giovanile granata: “Obbiettivo? Consegnare al professionismo il maggior numero possibile di calciatori”

 

Il responsabile del settore giovanile Massimo Bava ha parlato all’emittente Radio Sportiva in merito alla vittoria di ieri a Chiavari, dove la Primavera del Torino si è laureata campione d’Italia:“Siamo fieri del lavoro svolto e vogliamo proseguire nella crescita anche nei prossimi anni: queste sono le nostre intenzioni e quelle del Presidente. Per me questo è il terzo anno in granata: in questi anni siamo cresciuti anche dal punto di vista organizzativo, creando la Berretti che l’anno scorso ha trionfato e che quest’anno ha vinto il girone. Durante la stagione corrente, inoltre, ci è mancato davvero poco e potevamo avere tutte le categorie in Final Eight. Peccato, ma il nostro obbiettivo rimane quello di consegnare al professionismo il maggior numero possibile di ragazzi.”

Bava ha poi proseguito parlando di Longo: “Il mister l’anno scorso ha deciso di sposare questo progetto, allestendo una Primavera che è sempre più simile ad una Lega Pro, cercando di formare i ragazzi verso il professionismo. Moreno Longo è un valore aggiunto: ha ancora due anni di contratto, ed è vero che ha detto di voler allenare una prima squadra, ma è giovane e il tempo non gli manca. Stamattina era molto carico e ha parlato con me e Cairo per allestire una nuova Primavera competitiva anche in vista della Youth League, la cosiddetta “Champions dei giovani”.”

Il responsabile ha poi parlato dei giovani granata in giro per l’Italia, della possibilità di creare seconde squadre e del Filadelfia: “I ragazzi bisogna farli lavorare con calma, facendogli fare esperienza nelle categorie minore. Insieme a Petrachi e Ventura monitoriamo costantemente i giovani granata in prestito in tutto il paese: spetterà poi al Ds e al tecnico decidere quando farli tornare alla base. Seconde squadre al posto della Primavera? Non so se siamo ancora pronti, occorre discuterne in modo approfondito: forse si potrebbe abbassare l’età dei Primavera in modo da creare questi secondi gruppi. Parlando di Filadelfia, sarà un luogo dove i giovani potranno stare a contatto con la Prima squadra, ed è motivo di orgoglio che stia rinascendo.” 

Bava chiude con un omaggio al collega Benedetti: “Vorrei fargli i complimenti. E’ il nostro responsabile della Scuola Calcio: Silvano è uno dei migliori in Italia in questo, e quello che fa aiuta i ragazzi anche del settore giovanile.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy