Torino Primavera: con la Pro Vercelli le prime ombre, ma non tutto è da buttare

Torino Primavera: con la Pro Vercelli le prime ombre, ma non tutto è da buttare

Giovanili / I granata incappano in un pareggio interno contro un avversario ampiamente alla portata; secondo tempo propositivo e grintoso, dal quale ripartire

Sembrava poter essere un altro tassello assolutamente positivo in questo avvio di stagione per i ragazzi di Coppitelli a punteggio pieno, ma la partita interna contro la Pro Vercelli ha regalato invece la prima (mezza) delusione del campionato: 2-2 il risultato finale, una partita dai molteplici volti che ha visto quindi il Torino Primavera interrompere la serie di successi ed accontentarsi di un solo punto.

Pur sempre un punto conquistato, pur sempre una buona reazione nella ripresa, di certo non tutto quanto visto ieri pomeriggio è da buttare: rimane il rammarico di non aver portato a casa il bottino pieno, come sottolineato dallo stesso Coppitelli a fine partita (LEGGI le dichiarazioni complete), e di aver conseguentemente perduto la vetta della classifica attualmente occupata dal solitario Sassuolo, per i granata seconda posizione alla pari di Empoli e Juventus. Un mezzo passo falso che dovrà essere utile per il futuro, per imparare dai propri errori e dalle saltuarie lacune in fase difensiva di modo da non ripeterle nelle prossime partite.

Quel che è certo è che la Primavera del Torino nel secondo tempo, dopo essersi vista rimontare la rete del momentaneo vantaggio di Rossetti ed essere andata all’intervallo sul 2-1 per gli avversari, ha nuovamente dimostrato carattere e grinta: la volontà di ribaltare nuovamente il risultato da parte dei ragazzi di Coppitelli era palpabile, come ribadito anche dallo stesso tecnico che dice appunto di “voler ripartire dalla reazione della ripresa”, ed il Torino ha infine agguantato il pareggio con De Luca. Sono arrivate quindi le prime, inaspettate, ombre sul campionato della Primavera granata, chiamata ad una reazione già a partire dal prossimo incontro ma senza allarmismi: il percorso è lungo e tortuoso, un mezzo passo falso a questo punto può solo essere propedeutico, fonte d’esperienza per il futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy