Torino Primavera: ecco come sarà l’avventura nella Youth League

Torino Primavera: ecco come sarà l’avventura nella Youth League

Campioni d’Italia / Giovani campioni, pronti ad assaporare le note della ”baby-Champions”: la nuova formula

Il Torino Primavera ha conquistato il nono scudetto di categoria, raccogliendo i complimenti di tutti gli addetti ai lavori, nonché dai tifosi e dai massimi esperti della critica. Un cammino prestigioso che inorgoglisce il club granata, come ribadito più volte dal presidente Cairo in persona.

Come vi avevamo ben spiegato su queste pagine prima della finale contro la Lazio, da quest’anno anche i campioni dei vari campionati nazionali di categoria, potranno partecipare Youth League, la Champions League delle squadre giovanili. 

La formula, rispetto alle passate stagioni, infatti ha subito una lieve ma decisa variazione con l’integrazione di ben 32 partecipanti da tutta Europa. Come sempre, la baby competizione continentale vedrà come sempre accaduto nelle prime ed uniche edizioni, 8 gironi da 4 squadre ciascuno: gli stessi identici gironi della fase finale della Champions League. Pertanto, Juventus e Roma potranno beneficiare dei risultati ottenuti in campionato dalla Prima squadra e dopo l’estate prenderanno parte alla competizione.

La Lazio di Inzaghi, vicecampionesse, sebbene abbia conquistato la Coppa Italia e la Supercoppa di categoria, dovrà sperare che i più ‘grandi’ guidati da Pioli, superino i preliminari estivi: diversamente, non potranno prendere parte alla competizione. Un sorta di conto senso se si pensa che i giovani biancocelesti rischiano restare al palo, pur avendo conquistato ben due titoli in stagione, mentre Juventus e Roma nemmeno uno.

Il Torino invece ci sarà, almeno nella fase preliminare dove affronterà le vincitrici degli altri campionati: due turni preliminari intermedi per l’esattezza e poi ancora uno spareggio con le seconde qualificate dei sopraccitati gironi. A quel punto, se granata riuscissero a superare anche l’ultimo scalino (le gare saranno tutte ad eliminazione diretta: andata e ritorno nei preliminari, gara secca negli spareggi) allora affronteranno agli ottavi le migliori compagini europee. Un cammino, uno scudetto che ora vale anche doppio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy