Torino Primavera, mercoledì il ritorno con l’Atalanta: la rimonta è possibile

Torino Primavera, mercoledì il ritorno con l’Atalanta: la rimonta è possibile

Giovanili / Mercoledì il ritorno della semifinale di Coppa Italia al Filadelfia, all’andata finì 4-3 per la Dea

di Marco De Rito, @marcoderito

 

Per il Torino Primavera è il momento di mettersi alle spalle i dubbi derivati dalla brutta sconfitta di sabato in casa dell’Empoli: alle porte c’è una tra le partite più importanti della stagione. I granata ospiteranno mercoledì l’Atalanta (ore 18.30) tra le mura del Filadelfia per le semifinali di ritorno di Coppa Italia, trofeo di cui proprio i piemontesi sono i campioni in carica. Il match si presenta in salita per la squadra di Coppitelli: all’andata a Zingonia sono usciti sconfitti sul risultato di 4-3, dunque a Torino sono costretti a vincere. Per farlo non potranno contare su Millico che deve guarire dal problema al bicipite femorale destro.

Non si tratta di un’impresa impossibile, considerando che i gol in trasferta valgono doppio. Le tre reti siglate a Bergamo permetterebbero a Rauti e compagni di passare il turno anche con un semplice 1-0. Proprio a Rauti e a Belkheir toccherà il compito di non far rimpiangere il goleador della squadra, non sarà facile ma, per i due, può essere l’occasione per mettersi in mostra e dimostrare che si possono vincere sfide importanti anche senza Millico.

Torino, i progressi contro il Chievo: ora i granata inquadrano la porta

Di certo tutto si complica se lo spirito sarà quello visto con l’Empoli. Il Toro dopo le vittoria della Supercoppa e del derby è sembrato un po’ appagato e se in campo non ci sono la grinta e la determinazione, la squadra di Coppitelli fatica e non poco. Il gap con l’Atalanta, per il momento, è stato colmato proprio mettendoci in campo più cattiveria. Una sconfitta ci può stare, ma deve servire da campanello d’allarme. Mercoledì i giocatori di Coppitelli avranno la possibilità di dimostrare che l’ultima gara persa è stato solo un incidente di percorso e che la fame di vittoria non manca, per regalarsi un’altra finale storica.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy