Under 14, fair play Torino: Serra si toglie un gol-non gol convalidato

Under 14, fair play Torino: Serra si toglie un gol-non gol convalidato

Il gesto / Il giovane ragazzo trova il gol del pareggio in semifinale, ma preferisce la lealtà e si fa annullare la rete

di Alberto Giulini, @albigiulini

La sportività e la lealtà prima di tutto: questo il messaggio che il Toro vuole trasmettere ai propri ragazzi. Perché, ancora prima di formare dei calciatori, l’obiettivo del settore giovanile granata è quello di insegnare a giovani ragazzi il rispetto di importanti valori. E quanto successo sabato mattina all’Under 14 del Toro testimonia come i giovani calciatori granata abbiano saputo abbracciare i valori trasmessi loro dalla società.

A Roma la squadra di Fioratti si giocava la semifinale del torneo “Halima Haider” contro la Lazio, quando si è verificato un episodio che avrebbe potuto cambiare la l’esito della competizione. Sul risultato di 1-0 per i biancocelesti, arriva un calcio d’angolo per il Toro, dai cui sviluppi scaturisce il gol del pareggio firmato da Nicolò Serra. L’arbitro convalida il gol, ma la palla si è in realtà infilata in porta da un buco sull’esterno della rete. Un particolare non da poco completamente sfuggito all’arbitro, tra le proteste generali dei giovani giocatori della Lazio. Dopo qualche minuto il tecnico Fioratti, che dalla panchina non aveva colto quanto accaduto, entra in campo e si avvicina a Serra. Il giovane ragazzo, classe 2005, capisce dunque che la cosa migliore è raccontare la verità al direttore di gara: gol annullato e gara che a quel punto riprende con i biancocelesti in vantaggio. La Lazio vincerà poi per 3-0 e si aggiudicherà il torneo superando la Roma in finale, ma per il ragazzo non ci sono rimpianti. Perché vincere è importante ma, in particolar modo a livello giovanile, conta ancor di più crescere seguendo dei valori ben precisi.

Calciomercato Torino, la Primavera sfoltirà ancora: richiesti Perazzolo e Djoulou

 

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    Lo sport deve fondarsi su principi di onestà, rispetto e lealtà.
    Complimenti al mister e al giovane calciatore. Una sconfitta sul campo ,una grande vittoria dello sport… Un grande esempio e una prova tangibile che lavorando sui principi sopra elencati si può ancora salvare quello che per me rimane lo sport più bello del mondo……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14143365 - 3 mesi fa

    naturalmente volevo dire che vincere sempre e comunque Non e’ la filosofia del Toro! il calcio deve formare….sopratutto i futuri uomini piuttosto che futuri… calciatori….! un applauso al mister e al giovane….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14143365 - 3 mesi fa

    comportamento corretto prima del mister e sopratutto del giovane calciatore….il calcio deve formare….e non come obbiettivo principale vincere sempre e comunque! qsta e’ la filosofia…di altri clubs di Torino e certamente quella del Toro! jun applauso…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 3 mesi fa

    Giusto così: importante è che certi gesti, almeno a livello giovanile, li facciano tutti!
    Bravo il ragazzo, ma ancor prima bravi i tecnici del Toro che gli hanno inculcato questi valori.
    I “grandi”, le prime squadre intendo, questa onestà l’hanno dimenticata.
    Spesso negano l’evidenza, pur sapendo che in campo ci sono le telecamere (falli di mano, fuorigioco, falli di gioco, rigori, atterramenti inesistenti, ecc..)
    Dovrebbero re-imparare dai ragazzini, ma in serie A circolano troppi soldi per poter essere onesti, sinceri e leali!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13973712 - 3 mesi fa

    bravo Fioratti e bravi i tuoi ragazzi. Come si suol dire “bisogna avere la coscienza a posto”. Complimenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

    Esattamente come fece Buffon con il gol di Munari…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. PaoloneGranata - 3 mesi fa

    Grande Serra e grande Fioratti. Bravi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy