Viareggio Cup, l’Anderlecht è Lukaku ma non solo

Viareggio Cup, l’Anderlecht è Lukaku ma non solo

L’Anderlecht, Società storicamente concentratissima sul proprio settore giovanile, ha sempre fatto bene qui a Viareggio e quest’anno, a detta di molti, ha espresso, proprio insieme al Torino, il miglior calcio fino ad oggi. Dal proprio efficentissimo ritiro di San Giuliano Terme, dove i belgi hanno scelto un albergo fornito di un centro di allenamento all’avanguardio, a due passi dall’impianto dove si svolgerà…

L’Anderlecht, Società storicamente concentratissima sul proprio settore giovanile, ha sempre fatto bene qui a Viareggio e quest’anno, a detta di molti, ha espresso, proprio insieme al Torino, il miglior calcio fino ad oggi. Dal proprio efficentissimo ritiro di San Giuliano Terme, dove i belgi hanno scelto un albergo fornito di un centro di allenamento all’avanguardio, a due passi dall’impianto dove si svolgerà la gara di oggi, i ragazzi di Geert Emmerechts hanno preparato meticolosamente questo Torneo, forti anche dell’esperienza internazionale accumulata nella Nextgen (la c.d. ‘Champions’ League’ delle formazioni Primavera), competizione per la quale esattamente fra un settimana, giovedi 28, disputeranno la gara valida per gli ottavi di finale contro l’Olympiakos.

 

FRATELLO D’ARTE – La stella assoluta è senza dubbio Jordan Lukaku, familiare al grande pubblico per il proprio cognome, ma non solo. Fratello minore di Romelu, il baby-fenomeno del ’93 che il Chelsea ha prelevato l’estate scorsa proprio dall’Anderlecht per ben 22 milioni di sterline, questo terzino sinistro del ’94 si è messo in mostra finora come uno dei giocatori più interessanti del torneo, se non addirittura il più interessante, a detta di molti degli osservatori.
Velocissimo e dotato di un buon fisico, questo giocatore ha già ben figurato lo scorso anno, proprio qui a Viareggio, ma in questa stagione pare aver raggiunto la giusta maturità, ed è uno dei principali punti di forza di questa compagine. Sicuramente migliore nella fase offensiva, piuttosto che in quella difensiva, peraltro, potrebbe rivelarsi, oltre che spina del fianco per i granata, allo stesso tempo anche un’opportunità da cogliere. Il ragazzo, infatti, tende a salire molto e, talvolta, a lasciare un po’ scoperta la propria postazione: sulla sua fascia di competenza agiranno gli altrettando rapidi Dolly Menga e, probabilmente, almeno nella ripresa, Willyan Barbosa, e ciò potrebbe rivelarsi un vantaggio per il Torino, nel caso in cui le sortite offensive di Lukaku Jr. si rivelassero inefficaci. Attenzione, però, perché la partita sarà seguita attentamente dagli osservatori di Chelsea ed Arsenal, le più serie candidate a portarlo via dal Belgio a fine stagione, e ciò costituirà una motivazione in più per fare bene.

 

REGISTA ECCELLENTE – Ma, se Lukaku rappresenta l’estro di questa formazione, il fosforo è fornito da Leander Dendoncker, centrocampista classe ’95 del quale, siamo certi, sentiremo molto parlare nei prossimi anni. Questo ragazzo sa come prendersi in mano la squadra, ed agli ottavi contro la Lazio è stato autore di una prestazione superba, ricordando molto, come movenze, proprio il talento che il Torino posiziona nel suo medesimo ruolo, ossia Emanuele Gatto. Sarà una bella sfida fra i due, destinati a ricoprire un ruolo fondamentale in un match equilibrato come si prospetta essere quello odierno. Attenzione anche all’omonimo del granata Boubakary, ossia a Seydina Diarra, mezzala sinistra classe ’94, oltre che al fantasista Mehdi Tarfi, classe ’93, un po’ in ombra nell’ultima uscita ma solitamente pericolosissimo. Una sfida che promette spettacolo, insomma, alla quale il Torino vuole farsi trovare pronto, e nella quale potremo vedere all’opera il bomber Nathan Kabasele contro il suo recentissimo passato, avendo militato in questa formazione fino al mese scorso. I tifosi  si auspicano il più classico dei goal dell’ex, saranno accontentati?

 

Appuntamento a partire dalle 16.45 per scoprirlo, con la cronaca in diretta del match, qui ed al nostro account Twitter: a seguire, ovviamente, approfondimenti ed interviste post-partita direttamente dall’impianto di San Giuliano Terme.

 

Diego Fornero

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy