Viareggio Cup / Torino-Reggiana 2-0, Coppitelli: “Ora non stacchiamo la spina”

Viareggio Cup / Torino-Reggiana 2-0, Coppitelli: “Ora non stacchiamo la spina”

Postpartita / Il tecnico granata commenta così la vittoria e la qualificazione agli ottavi: “Non subiamo gol da cinque partite e abbiamo dato spazio a venti giocatori”

Soddisfatto per quanto fatto sinora ma altrettanto determinato a proseguire il più possibile un’avventura, quella alla Viareggio Cup, che per il Torino è iniziata davvero bene. Così Federico Coppitelli ai nostri microfoni dopo la vittoria di questa mattina contro la Berretti della Reggiana nel terzo ed ultimo match del girone eliminatorio, concluso con tre vittorie, sei gol fatti e zero subiti.

Torino-Reggiana 2-0: rivivi la diretta 

“E’ stata una partita dai ritmi non altissimi, ma comunque divertente, che abbiamo saputo portare in fretta dalla nostra parte nonostante un’ottima Reggiana, squadra che gioca bene al calcio e che non a caso è prima in classifica nel suo girone Berretti di campionato. Abbiamo anche dato spazio ad alcuni ragazzi più giovani come Bedino e Millico, che hanno fatto bene, quindi ci sono dei motivi per essere soddisfatti”.

Proprio Millico ha segnato oggi il suo primo gol in Primavera: attaccante classe 2000 di gran talento, è ormai stabilmente aggregato alla Primavera. “Ha approfittato del fatto che stiamo giocando con un elemento offensivo in più e anche dell’infortunio occorso a Gjuci: si è guadagnato spazi per meriti propri, comunque, e si sta imponendo all’attenzione di tutti”.

Il Torino arriva agli ottavi in un bel momento di forma: “Da cinque partite, campionato compreso, non subiamo gol: era quello che avevo chiesto ai ragazzi per questa sfida. In più abbiamo dato spazio a venti giocatori in tre partite: dato che fa capire quanto sia profonda e competitiva la rosa. Ora però non dobbiamo accontentarci e non dobbiamo staccare la spina perchè mercoledì ci aspetta un ottavo di finale a gara secca in cui se vinci vai avanti e se perdi vai a casa”.

Probabilmente l’avversaria negli ottavi sarà la squadra brasiliana dell’Osasco. “Hanno tre classe 1997 dentro e hanno perso solo all’ultimo contro l’Atalanta. Sarà un match sicuramente tosto e non dobbiamo certo abbassare la guardia”, conclude il tecnico granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy