”La Serie B? un punto di partenza”

”La Serie B? un punto di partenza”

di Davide Agazzi – Affermarsi, nel nostro calcio, non è mai cosa semplice. Nonostante le tendenze degli ultimi anni, molte squadre preferiscono ancora puntare su giocatori più esperti per raggiungere i propri obiettivi. In linea teorica, la Serie B dovrebbe essere il trampolino di lancio perfetto per i molti giovani in cerca di conferme. Così almeno spera Stefano Giacomelli, attaccante classe ’90, convocato…

di Davide Agazzi – Affermarsi, nel nostro calcio, non è mai cosa semplice. Nonostante le tendenze degli ultimi anni, molte squadre preferiscono ancora puntare su giocatori più esperti per raggiungere i propri obiettivi. In linea teorica, la Serie B dovrebbe essere il trampolino di lancio perfetto per i molti giovani in cerca di conferme. Così almeno spera Stefano Giacomelli, attaccante classe ’90, convocato a febbraio nella rappresentativa di B. Arrivato a gennaio nel Pescara rivelazione di Di Francesco, spera di potersi ritagliare più spazio in questo finale di stagione. Lo abbiamo intervistato, in esclusiva, quali sono le sue aspettative e gli obiettivi della sua squadra

Ciao Stefano, prima di tutto, come stai fisicamente?
Mi sento molto bene. Sto lavorando duramente per migliorare di giorno in giorno per cercare di conquistare più spazio e per ricambiare la fiducia che il mister ha nei miei confronti.

Sabato avete perso contro il Padova, è stata una sconfitta meritata?
Sinceramente sì. Sabato con il Padova non abbiamo espresso il solito nostro gioco. Certamente ci hanno penalizzato le tante assenze che negli ultimi tempi sono state molto numerose.

Sei arrivato a gennaio nel Pescara, che impressione hai avuto?
Sono stato accolto molto bene dai miei compagni, dal mister, dalla società e dall’intera piazza biancazzurra: una vera emozione quando entri in campo all’Adriatico e senti il calore di un’intera città. La forza di questa squadra è proprio quella di essere un gruppo molto unito e noi che siamo arrivati dopo il mercato di gennaio ci siamo integrati immediatamente, ci siamo sentiti proprio parte di un qualcosa di speciale.

Quali sono gli obiettivi del Pescara per quest’anno?
Gli obiettivi sono quelli dell’inizio campionato: conquistare alla svelta la salvezza. Una volta raggiunta tutto quello che arriverà in seguito sarà tutto di guadagnato.

Quali sono i tuoi obiettivi?
Per me arrivare in Serie B con il Pescara è un punto di partenza, quindi voglio fare bene e vorrei fare al più presto gol. Sarebbe fantastico.

Sei soddisfatto della stagione in corso?
Molto soddisfatto, ma come ho detto prima è un punto di partenza e desidero continuare a lavorare bene per migliorare sempre di più.

Hai un modello di calciatore a cui ti ispiri?
Il mio idolo è Alex Del Piero: è un professionista fuori e dentro il campo. E’ un campione e un modello da cui trarre ispirazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy