‘Lanna perfetto per Novellino. Parisi più offensivo’

‘Lanna perfetto per Novellino. Parisi più offensivo’

Tre anni al Toro non si cancellano, soprattutto se in quel periodo si è contribuito a scrivere pagine importanti nella storia granata. E’ la voce di Roberto Policano a confermarlo: appena gli si chiede del Toro si scalda ed appassiona. Rambo è stato un eccellente laterale mancino e da questo punto partiamo per sapere come valuta il mercato della società di Cairo.

Sembra che…

di Federico Floris

Tre anni al Toro non si cancellano, soprattutto se in quel periodo si è contribuito a scrivere pagine importanti nella storia granata. E’ la voce di Roberto Policano a confermarlo: appena gli si chiede del Toro si scalda ed appassiona. Rambo è stato un eccellente laterale mancino e da questo punto partiamo per sapere come valuta il mercato della società di Cairo.

Sembra che Lanna diverrà il prossimo terzino sinistro del Toro. Che ne pensa?

E’ un giocatore esperto, dinamico e tattico, un vero terzino di ruolo. Mi sembra particolarmente adatto al gioco di Novellino, tanto più se, come sembra, Rosina giocherà sull’ala sinistra.

L’alternativa è Parisi.

E’ reduce da una stagione negativa, ma se tornasse sui livelli di un paio di anni fa sarebbe una garanzia. Si tratta di un giocatore più offensivo rispetto a Lanna, che invece è più bravo nella fase difensiva. Può segnare 5 o 6 gol a campionato grazie al suo sinistro potente e preciso.

Novellino le sembra l’uomo giusto per guidare il Toro?

Secondo me è un grande allenatore, lo ha dimostrato in tutte le squadre per cui ha lavorato. Abbina ad un’ottima preparazione tattica la capacità di far giocare bene la proprie formazioni. E poi ha una grinta notevole, che lo porta a pretendere molto dai suoi giocatori. 

La società sta operando bene sul mercato?

Cairo è un Presidente ambizioso che con il suo staff  sta facendo una buona campagna acquisti, con molto criterio. Tuttavia è ancora presto per esprimere giudizi definitivi.

L’anno prossimo lavorerà ancora per il digitale terrestre di La7?

Sì, farò ancora il commentatore per La7. Nello scorso campionato però, non mi è mai capitato di vedere il Toro dal vivo, ma solo dalla televisione.

Una stagione sofferta. Come valuta la salvezza ottenuta tra mille difficoltà?

Mi è sembrata un’annata deludente. A tratti gli undici in campo parevano tutto tranne che una squadra. De Biasi ha fatto un miracolo a ricompattare l’ambiente fino a raggiungere la salvezza.

Quale può essere l’obiettivo stagionale del Toro?

Spero che possa fare un campionato tranquillo, cogliendo qualche risultato di prestigio. La tifoseria granata se lo merita in pieno dopo aver passato mille difficoltà ed anche la dirigenza merita un riconoscimento per il lavoro che sta svolgendo.

A Torino si parla già di derby, ricordi?

Ho dei ricordi fantastici dei 4 derby giocati in maglia granata. Ne abbiamo vinti due, pareggiato uno e perso uno. Quello vinto dominando grazie ad una doppietta di Casagrande è stato frutto di una grande impresa ma quello vinto con un mio gol ed un’autorete di Fortunato ad un quarto d’ora dalla fine è ancora meglio…

Come sarà il prossimo campionato?

Penso che la lotta scudetto sarà un affare per le milanesi. I rossoneri senza penalizzazione daranno più fastidio all’Inter di quanto non abbia fatto la Roma nell’ultima stagione. La Juve ha cambiato molto e potrebbe pagare un po’ lo scotto per il cambio di categoria, penso che lotterà per la Champions. Sono curioso di vedere cosa riuscirà a fare la Fiorentina dei giovani, Corvino ha dimostrato di essere un dirigente molto competente, con un gran fiuto per i talenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy