Alfred Gomis: il cuore Toro che ha soltanto sfiorato il granata, oggi alla Spal

Alfred Gomis: il cuore Toro che ha soltanto sfiorato il granata, oggi alla Spal

Figurine / Spegne oggi 24 candeline il portiere, prodotto di rilievo del settore giovanile granata ma mai arrivato ad assaporare l’esordio ufficiale

4 commenti

Un’intera trafila nel settore giovanile del Torino, un legame allargato all’intera famiglia, un sogno solamente sfiorato ma non realizzato che tuttavia è stato e sarà fonte d’esperienza per il resto della carriera: spegne quest’oggi 24 candeline Alfred Gomis, portiere senegalese naturalizzato italiano e – nell’animo – indissolubilmente legato ai colori granata.

Come i fratelli Lys e Maurice (anch’essi portieri), viene a tutti gli effetti cresciuto calcisticamente dal Torino, società nella quale comincia il suo lungo viaggio che l’ha portato in questa stagione alla maglia da titolare in Serie A; ma il club granata è negli anni intenzionato a puntare su di lui e la separazione non è per nulla immediata: dopo i prestiti in Serie B a Crotone, Avellino e Cesena nella passata estate torna alla casa base per potersi finalmente giocare le proprie chance ed anzi, per buona parte della preparazione sembra essere proprio lui il portiere promosso a ‘numero uno’ titolare.

Le prestazioni offerte nelle amichevoli precampionato però, condite da alcuni errori complice l’emozione per la grande occasione, non convincono appieno Mihajlovic che opta per un nuovo prestito: prima Bologna, poi Salernitana. Nuovamente rientrato in Piemonte, nell’ultima sessione estiva viene infine ceduto alla Spal con la formula del prestito con obbligo di riscatto, slegandosi di fatto dal Torino: maglia da titolare nelle prime due giornate di Serie A a Ferrara per un’avventura appena cominciata, con il massimo campionato italiano. Un’avventura che Gomis avrebbe sognato di vivere con la maglia granata, che ha tuttavia dovuto salutare senza aver collezionato nemmeno una presenza ufficiale.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 3 mesi fa

    La Spal, molto più del Bologna, può essere la realtà più congegnale per Gomis per esprimere in serie A le sue reali potenzialità. Ichazo e Milinkovic non mi sembrano certo dei fenomeni fra i pali, ma questa è un’altra storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Akatoro - 3 mesi fa

    Sono proprio contento per il ragazzo , che finalmente ha l’opportunità che merita. Spero un giorno possa tornare a difendere la nostra porta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leojunior - 3 mesi fa

    Cederee Gomis è stato secondo me un grave errore. Soprattutto avergli preferito Ichazo e Milincovic Savic. Avevamo un giovane in casa e abbiamo dovuto spendere denari per prendere altri giovani non migliori di lui. Sta di Fatto che Gomis ha fatto diverse stagioni titolare in B, ora è titolare in A, e come secondo al Toro ci staae. Giudicarlo per un paio di errori in amichevole mi è parso assurdo. Immagino il problema sia stato un altro, forse problema di spogliatoio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rock y Toro - 3 mesi fa

    Pensando a cosa ha combinato Padelli pur mantenendo a lungo il posto, mi sembra che si sia manifestata una certa ingiustizia nei confronti di Alfred, che è un buon portiere. Ma a 24 anni si può perdonare un po’ di emotività e qualche sbavatura. Secondo la mia modesta opinione in futuro sarà un forte portiere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy