Bobo Vieri: dal settore giovanile del Toro a rimpianto granata

Bobo Vieri: dal settore giovanile del Toro a rimpianto granata

Figurine / L’ex attaccante compie 43 anni: dall’esordio contro la Lazio a quella cessione affrettata del patron Calleri

Era il 30 ottobre 1991 quando Bobo Vieri faceva il suo esordio nella prima squadra del Torino. Oggi la punta spegn 43  candeline e in carriera ha segnato gol a grappoli in tutte le squadre in cui ha giocato. Tranne in quella granata in realtà, perché ai tempi il patron Calleri ebbe fretta e lo cedette senza attenderne la dovuta maturazione.

La storia è ormai nota e arcinota. Il tecnico Rampanti consigliò al patron di cedere il giocatore in comproprietà, perché ormai la maturazione era dietro l’angolo e occorreva solo aspettare prima di vedere il Bobone nazionale sbocciare completamente.

Ma Calleri voleva portare in granata a tutti i costi Petrachi e accetto l’offerta del Venezia: 600 milioni, più metà del cartellino dell’attuale diesse granata. Ma al di là dell’operazione frettolosa – e qui emerge completamente la confusione di Calleri – Rampanti giocava con il 3-5-2 un modulo che non si sposava con le caratteristiche del giocatore appena arrivato.

Andò a finire nel peggiore dei modi: Rampanti esonerato, Petrachi non riscattato, Vieri perso per sempre. Tutto questo, per soddisfare il palato del quel patron…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy