E tu? Perché tieni per il Toro?

E tu? Perché tieni per il Toro?

Lettere alla Redazione / Riflessioni, considerazioni, spunti, pensieri dei lettori: inviateli al Direttore e alla Redazione

di Redazione Toro News

La redazione di Toro News torna ad aprire le colonne della prima e più grande testata on-line dedicata al Torino FC ai suoi lettori, i quali da sempre meritano di avere spazio. Inviateci agli indirizzi redazione@toronews.net o gianluca.sartori@toronews.net articoli su qualsiasi argomento legato al mondo Toro: i più meritevoli e significativi saranno settimanalmente pubblicati sul nostro sito.

Siete stati tanti, davvero tanti a scrivere alla nostra redazione: ecco oggi una raccolta di alcuni brevi racconti inviati da affezionati lettori su come si sono innamorati della maglia e della storia del Toro, unica e particolare in ogni suo aspetto. Chi volesse può inviare una lettera simile agli indirizzi mail soprastanti.

Ormezzano sulla stagione del Toro: “Per descriverla bastano tre righe. E le lascerei vuote…”

Mi chiamo Mara, sono di Vicenza e da 42 anni sono del Toro. Precisamente dal campionato 1975 – 76, quando avevo 9 anni e in camera mia appeso alla parete avevo un poster gigante della squadra di Radice! Amo il Toro per la passione sportiva che mi ha sempre trasmesso la sua storia, per il colore della maglia e l’emozione che mi dà vederla scendere in campo. Quest’anno per il mio compleanno mi regalerò una gita a Bormio….Sempre forza TORO!

Mara Morello

Perché tifo Toro? Sinceramente non lo so, me lo chiedono in tanti, ma è così strano tifare Toro in Veneto? Probabilmente si.

Avevo circa 5/6 anni, era la fine degli anni 70, era il periodo che non si sa bene quale squadra scegliere, mio papà e mio fratello tifavano Inter, ma io dovevo essere diverso. Una sera d’estate stavo guardando la Domenica Sportiva e davano i servizi sui ritiri estivi, ovviamente c’era quello sul Torino. E’ stato una specie di colpo di fulmine e ho deciso, ecco per chi avrei tifato.

Partita dopo partita e campionato dopo campionato il tifo si è trasformato in qualcosa di più, una passione che forse solo noi granata possiamo capire. Poi da solo ho scoperto la storia, il passato e le tragedie granata e ho capito cos’è il Toro.

Adesso a 45 anni continuo ad arrabbiarmi e a  deprimermi per per una brutta sconfitta e ad esaltarmi per una vittoria, ma che ci vogliamo fare, siamo fatti così.

Alessandro Liubicich

Calciomercato, il tabellone del Torino: Peres e Verissimo, i due obiettivi granata

Sono nato e cresciuto a Torino, ma vivo a Varese da qualche anno. Sono diventato del Toro, o meglio il Toro mi ha scelto, perché all’ età di 2 anni, nel lontano 1976, mio padre mi mise le cuffie in testa con l’ inno del Toro. Da allora la parola Toro echeggia perennemente nella mia testa e mi accompagna da ben 42 anni.

Alessandro Roncon

TIFOSI MARATONA Torino FC v Juventus - Serie A

Nella mia famiglia siamo alla terza generazione di tifosi del Toro, sul perché mio padre lo sia è facile: ha visto giocare il Grande Torino.

Mio figlio di 12 anni, invece, lo è diventato grazie ad Immobile e Cerci che, in effetti, nonostante il paragone hanno esaltato più di uno di noi.

Io perché sono tifoso del Toro?

Ad inizio anni 80 ero più simpatizzante che tifoso, adoravo il Toro di Martina, Serena, Junior e Dossena ma la molla che mi ha fatto amare i granata è scattata la sera dell’Heysel, già una notte in cui non abbiamo nulla a che fare.

Quella sera un amico di famiglia era in quello stadio quindi potete ben capire lo stato d’animo che c’era in casa nostra davanti alla televisione.

La faccio breve, vedere quei giocatori festeggiare davanti ai morti, specialmente il francese e il giorno dopo sentire tifosi festeggiare come se nulla fosse successo (ricordo che non esistevano i cellulari e prima di sapere che il nostro amico fosse vivo sono passate molte ore). Mi ha fatto capire che non potrei essere mai stato di un altra squadra che non era il mio Toro.

Alessandro

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pinomu_368 - 1 settimana fa

    tutto vero quello che dite, ma, l’ho scritto altre volte, non credo che Lotito o De Laurentiis hanno più soldi, è solo che il braccino ha preso il Toro per i suoi sporchi interessi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro71 - 1 settimana fa

    Quando ho cominciato a tifare Toro era innanzitutto uno sport. C’erano 11 titolari conoscevi a memoria la formazione e altri 5/6 erano in panchina. Attualmente è tutto tranne uno sport. Da 7 anni, è non si sa ancora per quanti, a vincere lo scudetto è sempre la stessa squadra. Ormai contano solo esclusivamente i soldi. Ogni anno parte il campionato è l’unica cosa certa è che il Toro non lotterà mai per lo scudetto. Gli unici bei ricordi sono abbastanza datati: il Toro 75/76 dello scudetto, quello dell’anno successivo arrivato a un solo punto dall’altra squadra di Torino, il Toro che nel 92 perse la Coppa UEFA con l’Ajax e il Toro del 93 che vinse l’ultimo trofeo che avviamo in bacheca, ovvero la Coppa Italia. La cosa che fa più rabbrividire è che sono passati 25 anni dall’ultima competizione vinta. Essere tifoso del Toro nel 2018 è davvero difficile, viste le risorse economiche delle altre squadre. Arrivare 9/10^ è la naturale conseguenza degli investimenti fatti durante il calciomercato estivo. Noi come presidente non abbiamo né un emiro né un petroliere quindi rassegnamoci ad assistere a veder vincere sempre “gli altri”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13746076 - 1 settimana fa

      Vere le considerazioni che fai, ma è tutto il calcio e non solo che è cambiato. Non è detto che non si possa tornare a fasti migliori, dubito con questa gestione. Ma e indubbio che rapporti economici di questo tipo in Italia si contenderanno lo scudetto 2, al massimo 3 squadre. Con maggiori investimenti, una struttura societaria migliorata e sopratutto la volontà, potremmo ambire a rimanere nella fascia oscillante tra CL ed El, cioè nelle prime 6-7, quantomeno giocarcela sempre. Non sarebbe male e comunque tieni conto che il piazzamento medio del Toro, nei campionati a girone unico e’ stato l’ottavo posto, mi sembra di ricordare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy