Gigi Radice: il tecnico dell’ultimo Scudetto spegne oggi 81 candeline

Gigi Radice: il tecnico dell’ultimo Scudetto spegne oggi 81 candeline

Figurine / Il 15 gennaio 1935 nasceva l’eroe dell’ultimo tricolore del Torino: ha lasciato un segno indelebile nei cuori granata

4 commenti

Il 15 gennaio 1935 nasceva Luigi Radice, allenatore del Toro campione d’Italia nel ’76. I destini di Radice e della società granata si sono incrociati nel 1975, quando il presidente Pianelli affidò la squadra alla guida del tecnico. Nel giro di pochi mesi Radice riuscì ad imprimere un’identità di gioco precisa alla sua squadra, in particolare grazie al suo famoso pressing a tutto campo. Il ricordo di Gigi Radice rimarrà indelebile nei cuori granata per le imprese compiute alla guida del Torino: in particolare il tecnico ha condotto la squadra verso la conquista del settimo scudetto, il primo (e l’ultimo) dopo le imprese del Grande Torino.

L’avventura di Radice alla guida del Toro è stata suddivisa in due periodi: il primo va dal 1975 al 1980 ed è quello che ha lasciato il segno più profondo nei cuori granata. Il tecnico ha poi fatto ritorno sotto la Mole dal 1984 al  1989. Le sue panchine totali alla guida del Torino ammontano così a 375: un numero che evidenzia più che mai come sia stato uno degli allenatori più vincenti e amati dai tifosi granata.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ziocane66 - 2 anni fa

    Auguri al Mister e un pensiero anche alla famiglia. Non dimenticheremo MAI il nostro Grande Gigi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alberto Fava - 2 anni fa

    Auguroni caro ed inarrivabile Mister Radix.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabio972 - 2 anni fa

    Forse la malattia Le sta cancellando tanti ricordi. Ma stia tranquillo perchè noi non dimentichiamo quello che Lei ha fatto per il Toro. Grazie Mitico Mister

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TORERO - 2 anni fa

      ….non sapevo fosse malato e dalle tue parole immagino anche di cosa…grande Mister…..dopo gli eroi mai così in alto come con lui (scudetto e 2° posto)….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy