Torino-Cesena 1-1: 41 anni fa l’ultimo Scudetto granata

Torino-Cesena 1-1: 41 anni fa l’ultimo Scudetto granata

Memorie / Esattamente 41 anni fa, la squadra di Radice vinceva quello che ad oggi è l’ultimo tricolore del Toro

1 Commento
Pianelli, scudetto '76

41 anni: tanto è passato da quel 16 maggio del 1976, che molti tifosi del Torino ancora ricordano in modo nitido. Era una domenica, una domenica di calcio, e la squadra granata combatteva per il campionato. Ai granata serviva la vittoria, per cercare di mantenere quel punto di vantaggio che avevano sulla Juventus, ma l’avversario non era facile. Il Cesena rese la vita difficile al Toro (i bianconeri erano la rivelazione del campionato, tanto da terminare in sesta posizione la stagione), tanto che al Comunale la partita finì 1-1: sembrava una maledizione, ma la Juventus non riuscì ad approfittarne, perdendo a Perugia e cedendo il passo al Torino.

La gioia assomigliava ad una liberazione, perché il Toro era tornato a vincere il tricolore dopo 27 lunghi anni, guidati da una coppia d’attacco incredibile, formata da Paolo Pulici (capocannoniere della Serie A con 21 reti) e Francesco Graziani (15 gol).

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawda - 1 mese fa

    Il ricordo di quel pomeriggio e’ per me ancora estremamente nitido; ricordo una citta’ in festa con bandiere ai balconi ed uno stadio completamente colorato di granata. Ero allo stadio con mio padre e la mia bandiera, rammento la tensione quasi palpabile che si percepiva e l’esplosione liberatoria al goal di Pulici. Tanti avevano gli occhi lucidi alla fine della partita e l’invito a non invadere il campo fu rispettato da tutto il pubblico, uno stadio gremito in ogni ordine di posto che tributava una ovazione ai giocatori per uno scudetto che mancava da 27 anni e che allora sembravano tanti, eppure tutti restarono diligentemente al proprio posto, anzi sembrava quasi che nessuno volesse lasciare il vecchio Comunale. Lo spettacolo di quel giorno e’ un ricordo che portero’ con me per tutta la vita, come la successiva salita a Superga.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy