Un appello per Nicola in granata

Un appello per Nicola in granata

SENTENZA TROPPO MITE
Scandalo!!! Quale scandalo? La sentenza è stata troppo mite per Milan e Jueve. O meglio per il MIlan è vergognosa! Dispiace sentire i tifosi juventini gridare "finalmente ce l’avete fatta!!! Vi siete vendicati!! Penalizzate solo i tifosi", ma ai tifosi del Bologna, dell’Inter, a noi, negli anni passati ci hanno mai pensato. A Gazzoni che ci ha rimesso una industria non ci pensano….

di Redazione Toro News

SENTENZA TROPPO MITE
Scandalo!!! Quale scandalo? La sentenza è stata troppo mite per Milan e Jueve. O meglio per il MIlan è vergognosa! Dispiace sentire i tifosi juventini gridare "finalmente ce l’avete fatta!!! Vi siete vendicati!! Penalizzate solo i tifosi", ma ai tifosi del Bologna, dell’Inter, a noi, negli anni passati ci hanno mai pensato. A Gazzoni che ci ha rimesso una industria non ci pensano. E Lotito che dice che la Lazio può fallire non ricorda come si iscritto, come ha spalmato i debiti, come si è buttato sulle spoglie del Toro l’anno scorso? Insomma, sarebbe bello che anche i tifosi e i dirigenti di queste squadre riuscissero ad avere un po’ di qualla dignità che noi granata abbiamo sempre avuto. LO so che è difficile che un mulo vinca il Grand Prix, ma non si sa mai.
Ciao.
Giuliano Antonielli
P.s. vi siete fatti i conti ed avete visto che anche con -30, ma con una buona squadra e qualche aiuto che sicuramente avranno ce la possono anche fare a tornare in A subito?


CON QUALE FACCIA SI LAMENTANO?

E’ uno scandalo, è l’ennesimo scandalo. E ancora più scandaloso è leggere o sentire le dichiarazioni dei personaggi interessati che si lamentano per la mano troppo pesante del giudice. Con quello che ha fatto la Giuve non sarebbe bastata la serie C e invece niente!!!!!!!!!!!!!!!! Tanto per quantificare, la differenza tra Giuve e Fiorentina sono solo 18 punti, al Milan gli tolgono 59 dico ben 59 punti in serie A pur di non retrocederla!!!!!!!!!!!!
Sono avvelenato, sono arrabbiato, sono per l’ennesima volta deluso!!!!!!! Ed ho il terribile presentimento che con il ricorso al Consiglio Federale le sentenze saranno ancora più miti!
Ciao Paolo, scusa lo sfogo!
Federico Grassi


CALCIOPOLI, L’ELEGANZA DEL NOSTRO PRESIDENTE

Caro Direttore, anche nella vicenda di calciopoli il nostro presidente si è rivelato un grande, asserendo che non gli piace godere delle disgrazie altrui. Io che sono un po’ meno…. Urbano del grande Cairo, e forse un po’ più propenso alla consolazione della filosofia, mi rallegro semplicemente nel vedere come la storia volti pagina, quando meno te lo aspetti e nel modo che meno ti aspetti. Non riesco a dimenticare come l’anno scorso, esattamente di questi tempi, quando i due becchini Cimmy & Romy si apprestavano a rivestire le spoglie del Toro, ucciso da fideiussioni false e da una gestione senza anima, il primo avvoltoio che si vide volteggiare nel cielo granata aveva ali bianche e nere, si chiamava Giraudo, che si precipitò a dire, tutto compunto: le leggi ci sono, basta applicarle. Ancora una volta il proverbio cinese sull’attesa paziente del cadavere del nemico ha ragione… Rallegramenti per il sito, e a Cairo dico semplicemente: trasparenza e conti in regola al primo posto, il resto lo farà la nostra passione.
Serafino Fiore

CARRARO PAGA TROPPO POCO
Carraro tra tre anni di nuovo in circolazione? Vorrei ricordare, tra tutti i suoi capolavori DI CUI SIAMO A CONOSCENZA, il ridicolo di cui ha lasciato che l’Italia si ricoprisse nei mondiali in Corea. Lascio a tutti immaginare con quali artifizi mastelliani abbia potuto mantenere la poltrona fino a ieri, quando tutti i veri possessori della REPUBBLICA,gli Italiani, coloro da cui ha finora forzosamente munto stipendi da megamanager (sic!),lo volevano fuori. E lui? senza il minimo pudore ha continuato nella sua opera scellerata, con l’arroganza del signorotto medievale che non deve spiegazioni a nessuno. SIAMO UNA DEMOCRAZIA, smettiamola di dimenticarcene!!!! E’ ora che le Istituzioni, quelli che gli Inglesi chiamano i Public Servants, diventino finalmente tali e ascoltino e rispettino i desideri del Popolo, che non è scemo e le cose, quando non le vede, le intuisce. La vittoria del Mondiale e il processo calciopoli sono un’occasione straordinaria per lanciare l’Italia come un paese finalmente serio e pulito. Non lasciamo quindi che le ennesime accuse di mafia che ci hanno infangato durante gli ultimi Mondiali continuino ad essere incoraggiate e giustificate dalla presenza di certi Personaggi. FUORI PER SEMPRE I LOSCHI FIGURI DALLA VITA PUBBLICA DEL NS. PAESE!!!
Lucio Enrietti

APPELLO PER LA CONFERMA DI NICOLA
Gent. Presidente Cairo, apprezziamo moltissimo quello che ha fatto per noi tifosi del Toro durante quest’anno e ancora negli ultimi giorni, e tuttavia le scriviamo in seguito alle ultime voci di mercato per rivolgerle un appello accorato. Non ci nascondiamo che la serie A è un campionato difficile e per affrontarlo occorrerà una formazione tecnicamente attrezzata. E tuttavia riteniamo che l’anno prossimo ancora più di quest’anno sarà fondamentale poter contare su una squadra compatta, consapevole di sé e dei valori del Toro. In questa prospettiva riteniamo fondamentale la conferma di Davide Nicola, che oltre ad essersi rivelato uomo-spogliatoio e ad aver dato prova di attaccamento alla maglia, ha avuto il merito di segnare il gol decisivo per la promozione della squadra in A. Un gol dall’evidente valore simbolico, che in virtù delle note vicende di “Calciopoli” potrebbe addirittura significare un rovesciamento nella percezione delle due squadre di Torino presso tifosi presenti e futuri. Nicola può dunque essere una figura di richiamo al senso di appartenenza, a maggior ragione in una squadra, quella dell’anno prossimo, che sarà ampiamente rinnovata nei suoi componenti. Né la sua conferma sarebbe un’operazione d’immagine, visto il suo buon rendimento di quest’anno, o antieconomica, come dimostra il suo ingaggio relativamente contenuto. Contemporaneamente ascoltiamo con disagio le notizie che vogliono il Toro all’inseguimento di Materazzi (che i tifosi ricordano per un’entrataccia su Lentini e altre vigliaccate varie), Abbiati (che avrebbe preso tempo per valutare la possibilità di restare alla Juve…) e Mantovani (già riserva di Peccarisi e in ogni caso di proprietà dei bianconeri). Nomi che andrebbero in direzione esattamente contraria a quel bisogno di riconoscimento di un’identità unica, irriducibile all’altra squadra di Torino e a ciò che rappresenta, che è così fortemente diffuso tra i tifosi del Toro.
Le chiediamo quindi di confermare Nicola e di evitare l’acquisto di giocatori che nulla hanno a che spartire con la storia del Toro.
Famiglia Vasari, Torino

PRESIDENTE, COMPRIAMO DEI GIOVANI
Caro direttore, sono un giovane tifoso granata da sempre, innanzi tutto vorrei ringraziare il presidente Cairo per la magnifica impresa svolta quest’anno e per i buoni propositi per il futuro della squadra. In questi giorni si sente parlare molto di mercato e i primi acquisti del toro sono giocatori di buona esperienza (vedi Pancaro), ma penso che al toro ci siano già molti giocatori sopra i 30 anni, e forse ora bisogna pensare ad acquistare anche qualche giovane. La conferma di Taibi l’ho trovata corretta ma preferirei vedere qualcun altro tra i pali tutte le domeniche, come: Abbiati, Amelia o Sorrentino. Il reparto difensivo forse ha bisogno di forze giovani, ad esempio: Simic, Bovo e non mi dispiacerebbe rivedere Balzaretti anche se si è "sporcato" con la maglia juventina. Al centrocampo manca poco e niente però mi piacerebbe vedere Donadel, Mutarelli o Foggia. In attacco per me il sogno è Cruz o comunque un gran goleador come Suazo o Rocchi (anche il giovane Pazzini seppur giovane). In conclusione auguro un buon lavoro alla squadra, a Cairo e Tosi perchè creino un vero gruppo da toro. FORZA TORO SEMPRE!!!!!!!!!!!!!!
Alegranata90, Pianezza (To)

CON CAIRO TORNEREMO A VINCERE
Spero tanto che con questo presidente il Toro e i suoi tifosi possa vincere qualcosa.Sono un tifoso del toro da quando avevo 9 anni,ero pazzo per i gemelli del gol,purtroppo è stata dura essere tifoso del toro,da solo contro tutti da queste parti (Lecce) ma mi sono sempre ben difeso da tanti milanisti e juventini,sono venuto solo 1 volta a torino per assistere al derby (l’ultimo giocato purtroppo ci è andata male, (MA ADESSO GODIAMO), spero che un giorno qualche tifoso del toro mi invita allo stadio a vedere un partita importante. Tanti saluti e forza Toro sempre.
Piero De Giorgi


ABBONAMENTI E DIRITTO DI PRELAZIONE

Egregio Direttore, la prima questione riguarda lo scandalo calciopoli, il solito processo all’italiana e guardacaso dalle richieste alle sentenze solo Milan e Juve hanno salvato qualcosa….comunque a torino il mese di luglio non avevamo mai registrato queste gelide temperature……..-30.
La seconda riguarda gli abbonamenti: i posti limitati del nuovo stadio e il mancato diritto di prelazione sugli stessi danneggerebbe chi segue e chi ha seguito il toro negli ultimi anni anche nella cattiva sorte, anche quando qualcuno diceva che era meglio non andare allo, adesso queste persone rischiano di vedere le partite al posto mio…secondo il mio punto di vista senza alcun diritto, il toro è il toro anche quando le cose vanno male non solo quando le stagioni terminano come quella appena passata.
Grazie e un saluto, complimenti per il sito
Sergio Rossi


DOPO LE SOFFERENZE E’ ORA DI FAR FESTA

Caro direttore le scrivo questa lettera innanzitutto per complimentarmi del vostro sito, che mi avvicina al Toro e ai suoi tifosi, scarsamente presenti nella regione Veneta in cui vivo. Sono nato a Torino e mio papà mi portò a vedere il primo derby a quattro anni, da quel momento mi accompagna un sentimento di grande amore per questa squadra, che va oltre i risultati e le vittorie. Ma le scrivo anche perché non capisco più niente, mi riferisco allo scandalo del calcio e dunque alla juve. Dopo l’undici maggio giornali, telegiornali, trasmissioni televisive e quant’altro dedicavano titoloni e fiumi di parole svergognando questa situazione. Politici, giornalisti e varie autorità richiamavano pulizia e giustizia per cambiare il volto a questo sport. E adesso nel momento delle condanne una grande paura generale, politici che chiedono amnistia, quasi tutti i giornali che si preoccupano principalmente dei soldi persi e dei mancati introiti. La situazione è molto chiara, esisteva un dirigente della juve che telefonava agli arbitri e decideva la griglia per la Domenica, telefonava a giornalisti e moviolisti per la tutela dell’immagine, riceveva telefonate da finanza e da politici che chiedevano piaceri, telefonava vantandosi di aver chiuso a chiave nello spogliatoi un arbitro perché non gli era comodato l’arbitraggio, tramite gregari faceva capire come era il sistema alle altre squadre e le faceva adeguare, telefonava a giocatori di altre squadre chiedendogli di giocare male per farsi vendere e tramite una società controllava i cartellini di oltre duecento giocatori. Per tutti quelli che dicevano: bisogna ascoltare il tono di voce delle telefonate, io l’ho fatto e mi è sembrato quello di un vero boss che orchestrava la musica a piacimento e a vantaggio di una sola società. Io non ho i soldi di Zeffirelli che pagò quaranta milioni per un’accusa fatta tanti anni fa alla juve ma mi pongo qualche domanda, come mai lo scandalo è scoppiato solo dopo la morte dei due proprietari? Moggi ha creato tutto questo o lo ha abilmente perfezionato? Le chiacchiere nei bar e non solo circolavano da decenni, come mai solo adesso si scopre la verità? Sento parlare un po’ da tutti della rinascita della juve e che tornerà a vincere, ma prima di tutto ciò consiglio ai suoi tifosi rimasti un bel bagno di umiltà e che si preparino a sprofondare prima di rinascere. E allora non capisco quanto a tutti faceva comodo questa situazione e non capisco se per vedere il BEL CALCIO servano i soldi visto che andavano solo a due o tre squadre mentre le altre costrette a dissanguarsi tante volte fallivano e i gioielli venivano subito spartiti dalle big. Tempo fa mi ha colpito molto la lettera di una tifosa che testimoniava la difficoltà di essere del Toro a Torino, dovendo sopportare sfottò e insulti, ma adesso la situazione si è ribaltata e penso che si possa fare un pò di sacrosanta festa. Spero di vedere sempre tanta gente al Comunale (scusate lo ricordo così) le grida dei tifosi hanno sempre spinto in alto la squadra e spero di vedere tanti ragazzini con la maglia Granata entusiasti di essere il presente e il futuro del Toro.
Cordiali saluti.
Ivano Pertile

UN SALUTO DA MASSA CARRARA

Complimenti per l’impegno e la tempestivita delle notizie. E’ un anno circa che vi seguo (Giovannone – CAIRO ) e per me che non sono di torino ma abito a 300 KM circa (Massa Carrara) e sono malato di toro voi siete la mia medicina quotidiana.. continuate cosi..in bocca al lupo per tutto..ciao presidente..forza toro ..naturalmente..
Cristian Botti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy