Un successo la Stracada Granata

Un successo la Stracada Granata

Siamo partiti sabato mattina alle 2:00 da Santhià e come previsto il viaggio di andata è andato liscio come l’olio. Chi non è riuscito a dormire ha potuto osservare le partite trasmesse sul televisore che "casualmente" narravano le gesta dei nostri eroi neanche troppo passati. Abbiamo cominciato con un Toro-Juve finito 3-2 ( e qui ci sono stati quei famosi 3 minuti e 40 secondi di infinita goduria) per poi continuare…

di Redazione Toro News

Siamo partiti sabato mattina alle 2:00 da Santhià e come previsto il viaggio di andata è andato liscio come l’olio. Chi non è riuscito a dormire ha potuto osservare le partite trasmesse sul televisore che "casualmente" narravano le gesta dei nostri eroi neanche troppo passati. Abbiamo cominciato con un Toro-Juve finito 3-2 ( e qui ci sono stati quei famosi 3 minuti e 40 secondi di infinita goduria) per poi continuare con il derby del 3-3 e del rigore sbagliato dal grande (per noi) Salas.

Alle 8:00 giungevamo a Malles dove ci aspettavano altri soci del club che ci avevano preceduto di qualche giorno in auto. Appena in tempo di realizzare dove ci trovavamo ed ecco che cominciavano ad arrivare i giocatori pronti per l’allenamento delle 9,30. Corsa, esercizi e tattica e in un attimo l’allenamento era già finito, erano da poco passate le undici.

Abbiamo quindi aspettato i giocatori all’uscita dello spogliatoio per le consuete foto di rito. E finalmente anche Jimmy, due parole sul ritiro, sul mister e anche sul suo futuro, che ci auguriamo di cuore possa significare per lui la meritata maglia di "dodicesimo".

Tutti liberi fino alla partita delle 17. Chi ne approfittava dell’impianto sportivo rilassandosi nelle piscine sovrastanti il campo di allenamento, chi invece cercava di recuperare il sonno perso la notte appena passata appisolandosi all’ombra di un bell’albero. Sono le 16, i giocatori e il mister di nuovo al campo per la partita amichevole con una selezione della Valvenosta. Ore 17 inizio della partita. Uno, due e tre fino all’ otto a zero per noi. Naturalmente era una sgambata per iniziare a trovare la forma, comunque apprezzabile l’impegno e la serietà dei ragazzi in campo. Grande la curiosità soprattutto per i nuovi.

Come tutte le cose belle però alla fine devono purtroppo anche finire. Al termine della partita, raccogliamo striscione e partecipanti e carichiamo tutto sul pulman per il viaggio di ritorno. Di nuovo Toro, questa volta Toro – Real, semifinale di Uefa. Fermata in autogrill per la cena e poco dopo le 3 del mattino la truppa di una ventina di tifosi (anche da Biella/Cossato e Alessandria unitisi a noi del Jimmy Fontana) ritorna a Santhià.

Andrea Giannotta
Pres. Toro Club Jimmy Fontana Santhià

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy