Dall’Irlanda agli USA

Dall’Irlanda agli USA

di Andrea Ferrini

 

Arriva l’estate e insieme al caldo si porta dietro alcuni degli eventi sportivi più attesi. La scorsa settimana ha regalato emozioni e sorprese agli sportivi di tutto il mondo.

Sotto il cielo di Dublino è il Porto a conquistare l’Europa League ai danni della rivelazione Sporting Braga. La squadra di Villas Boas, che nel suo cammino ha eliminato Siviglia,…

di Andrea Ferrini

 

Arriva l’estate e insieme al caldo si porta dietro alcuni degli eventi sportivi più attesi. La scorsa settimana ha regalato emozioni e sorprese agli sportivi di tutto il mondo.

Sotto il cielo di Dublino è il Porto a conquistare l’Europa League ai danni della rivelazione Sporting Braga. La squadra di Villas Boas, che nel suo cammino ha eliminato Siviglia, CSKA Mosca, Spartak e Villareal, vince per 1-0 grazie al colpo di testa di Falcao che supera Artur e decide il match. Il tecnico 33enne, proveniente dallo staff di Mourinho, diventa l’allenatore più giovane ad aver vinto un titolo europeo. Un esordio coi fiocchi coronato, domenica scorsa, dalla vittoria della Coppa di Portogallo, quarto titolo stagionale insieme a scudetto e Supercoppa europea.

Con una rimonta storica gli irlandesi del Leinster hanno battuto gli inglesi del Northampton nella finale dell’Heineken Cup di rugby, l’equivalente della Champions League calcistica. A Cardiff i blu ribaltano il 6-22 del primo tempo imponendosi per 33-22 ai danni degli inglesi. Grazie al bel gioco offerto dalle due squadre e al supporto tecnologico a disposizione degli arbitri (il TMO, Television Match Officier, è stato fondamentale nel prendere due decisioni importanti nel giro di un minuto) gli 80mila spettatori hanno potuto godersi uno spettacolo entusiasmante.

Alonso illude e delude nel GP di Spagna. In partenza riesce a guadagnare la prima posizione, mantenendola per 20 giri; poi viene superato con facilità disarmante da Vettel, Hamilton, Button e Webber. Red Bull e Mc Laren si confermano superiori alla rossa che, nonostante la non facile situazione, mantiene la volontà di reagire.

Federer e Djokovic confermano le aspettative ed esordiscono nel Roland Garros superando rispettivamente DeBakker (6-2, 6-1, 6-3) e Feliciano Lopez (6-3, 6-4, 7-6). Per gli azzurri bene Bolelli, Seppi e Fognini, male Starace che viene sconfitto dal colombiano Falla. Tra le donne ottimo esordio della Schiavone che inchioda l’americana Oudin con un secco 6-2 6-0, mentre Flavia Pennetta si deve arrendere alla Lepchenko (6-3, 2-6, 6-3).

Dall’altra parte dell’oceano occhi puntati sulle finali di Conference NBA. Nel West i Dallas Mavericks sono avanti 3-1 sugli Oklahoma City Thunder, mentre nell’East i Miami Heat si aggiudicano gara 3 e passano davanti ai Chicago Bulls per 2-1.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy