Pro Vercelli, Vives ai saluti: “Vado via, chiudere così fa male”

Pro Vercelli, Vives ai saluti: “Vado via, chiudere così fa male”

L’ex centrocampista del Torino dice addio alla Pro Vercelli: “Vado via al 100%, dopo il Cittadella valuterò il mio futuro”

di Redazione Toro News

Giuseppe Vives saluta la Pro Vercelli. Dopo due stagioni ricche di soddisfazioni, il centrocampista è pronto a dire addio alla Pro Vercelli. Nonostante la compagine piemontese sia già matematicamente condannata alla Serie C, l’ex centrocampista del Torino non ha dubbi: “Ringrazio il Presidente, ma al 100% non continuerò qua – ha spiegato Vives in conferenza stampa – Sono rimasto molto deluso da come è andata a finire. Staccherò la spina e poi valuterò se uscirà qualche opportunità. Voglio ringraziare i tifosi, che ci hanno applaudito nonostante la retrocessione. Non so se continuerò a giocare: avrei voglia, ma al momento non ho offerte e voglio valutare con la mia famiglia. Altrimenti valuterò un’altra vita. Quando smetterò? Solo il pensiero fa male, spero comunque di continuare nel mondo del calcio”.

Sabato prossimo l’ultima partita contro il Cittadella, ma Vives avrebbe sperato in un altro epilogo: “Purtroppo c’è delusione, finire con la retrocessione è brutto. C’è ancora una partita, l’idea è quella di continuare ma deciderò dopo il Cittadella. Cercherò di smaltire la delusione, poi dopo un paio di settimane valuterò le opportunità. Le responsabilità sono di tutti quando ci sono dei fallimenti del genere. Il primo responsabile sono io, ma le colpe sono di tutti. Era già iniziata male la stagione, ma abbiamo sempre dato tutto e ci abbiamo provato fino alla fine con i nostri limiti. Ma non siamo riusciti a raggiungere la salvezza“.

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dukow79 - 2 mesi fa

    Torna al toro alla soglia dei 40 anni sei ancora superiore ai vari Rincon e Acquah…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 2 mesi fa

    Un cuore toro e non smettero’ mai di dirlo, e’ nel conto Miha: poteva restare eccome, fare la panchina al toro come i vari Burdisso E Moretti.. Apunto.. Finendo col giocarle tutte perche’ davanti a lui ci sarebbe stato mr giallo: Rincon

    Spiace e spero che gli si trovi una posizione all’interno della societa’ prima o poi, e’ chiaro che lui e’ legato, alla pro ci e’ andato per Longo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13746076 - 2 mesi fa

    Peppino, giocatore dai mezzi tecnici limitati per certi palcoscenici della A. Ma grande uomo, sottovalutato nel suo insieme, anche da molti tifosi. Averne ancora di anime come la sua… Auguri per il prosieguo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy